Home » APPROFONDIMENTI » Regione Lazio progetta il nuovo RECUP

Regione Lazio progetta il nuovo RECUP

L’evoluzione del ReCUP parte dal contesto di normative e adempimenti del Art. 50 del D.L. n. 269/2003, cioè la digitalizzazione del ciclo di vita delle prestazioni in materia di monitoraggio della spesa nel settore sanitario; il fine che si intende perseguire in tale ambito è però più ampio: una rivisitazione ed un governo di metadati dell’intero processo di gestione delle prestazioni sanitarie, dalla prescrizione di una prestazione (specialistica e/o farmaceutica) al suo pagamento, integrando ed intervenendo su più fasi che abbracciano la totalità dei passaggi, come, a puro titolo di esempio, i seguenti:

  • l’emissione di prescrizione elettronica (e.g. specialistiche e farmaceutiche, interne e esterne);
  • la prenotazione delle prestazioni specialistiche;
  • la trasmissione telematica delle prescrizioni elettroniche dal prescrittore all’erogatore (e.g. strutture sanitarie e/o farmacie);
  • l’erogazione degli interventi (e.g. redazione elettronica dei referti);
  • il ciclo di vita dei medicinali;
  • l’interazione con i cittadini (e.g. notifiche dei referti in modalità informatica);
  • il pagamento on-line delle prestazioni.

Per questi motivi, la Regione Lazio intende anche facilitare la prenotazione delle prestazioni specialistiche tramite il CUP integrato regionale (ReCUP), con il re-indirizzamento e l’ampliamento dei canali di prenotazione. In questa ottica va sicuramente prevista la possibilità di prenotazione direttamente dai MMG/PLS, così come previsto dal PRGLA, delle prestazioni erogate nell’ambito dei percorsi di cura.

Sono stati definiti nuovi strumenti a supporto dell’erogazione dei servizi sanitari che consentono di tracciare il percorso del paziente sin dal primo momento di interazione con la rete di assistenza sanitaria. Le direttrici principali che indirizzano in tal senso questa eHealth Information Strategy possono essere anche evidenziate nel seguente esempio di schema logico disegnato dal Ministero della Salute e nel quale possono anche collocarsi i vari interventi progettuali della Regione Lazio:

contesto.png

Il Sistema ReCUP, in questo contesto, realizza un sistema regionale omogeneo di gestione delle agende e delle prenotazioni sanitarie a livello sovraziendale, attraverso la messa in opera di un Software CUP unico a livello regionale, e contestuali attività di supporto sia alla governance che alla operatività degli attori coinvolti nel progetto all’interno del Sistema Sanitario Regionale della Regione Lazio.

Funzionalità e potenzialità del novo ReCUP

Il nuovo sistema ReCUP si differenzia per tutta una serie di funzionalità e potenzialità che permettono, allo stesso, di realizzare servizi a valore aggiunto per il cittadino; solo a scopo di esempio con il nuovo Recup avremo:

  • Un Sistema molto più articolato, performante e veloce per la gestione delle chiamate, che consentirà ricerche di appuntamenti in agenda più agevoli in tempi più veloci;
  • possibilità di utilizzare multicanalità in automatico per prenotazione esami e visite, quali ad esempio app su smartphone;
  • Sistemi di Remind e di Recall automatizzati, per essere contattati ed avvisati di appuntamenti fissati.

Il sistema, attualmente in fase di implementazione, vedrà la sua prima applicazione a dicembre 2018 per poi procedere nell’arco del 2019, alla totale sostituzione del sistema attuale con il nuovo ReCUP.

Il nuovo Recup, oltre a definire i vantaggi sovra riportati per i cittadini, permetterà una totale integrazione con il sistema informativo regionale per la gestione del flusso della specialistica, con il sottosistema integrato SIAS XL; il modello prevede un’integrazione in tempo reale, rispetto alla situazione attuale dove le aziende trasmettono i dati in un momento successivo all’erogazione delle prestazioni.

Il Sistema SIAS XL è un sotto sistema del ReCUP che ha come obbiettivi principali:

  • Controllo e validazione sulle prestazioni erogate nell’ambito Regionale ai fini del rimborso da effettuare verso le Strutture private Accreditate e della produzione dei Flussi NSIS del debito informativo regionale.
  • Controllo sul budget assegnato alle Strutture Private Accreditate.
  • Produzione dei flussi verso il Sistema di Fatturazione Elettronica per le Strutture Private Accreditate
  • Produzione dei flussi NSIS di debito informativo Regionale.

Nel nuovo ReCUP il Sistema SIAS XL è completamente integrato nel processo di gestione della prescrizione/prenotazione/erogazione. Questo permette di automatizzare quasi tutte le fasi del processo di controllo e validazione delle prestazioni erogate in ambito Regionale.

Il nuovo RECUP interagisce con tutti i Sistemi Regionali che gestiscono le anagrafiche indispensabili per la registrazione della prenotazione (strutture erogatrici, assistiti, esenzioni, ricettari e prescrittori) e con i sistemi di informatizzazione della ricetta, generando automaticamente la registrazione del SIAS XL fino alla fase di prenotazione.

A regime il nuovo RECUP consentirà di registrare, al momento della prenotazione, tutte le prestazioni a carico totale o parziale del SSR (comprese quindi tutte le forme di Attività Libero Professionali) che vengono prescritte e prenotate, che potranno essere successivamente erogate in tutte le strutture pubbliche o private accreditate.

Inoltre il nuovo ReCUP gestirà al suo interno tutta l’offerta regionale dei servizi, inclusa l’offerta delle Strutture Private Accreditate.

Il Sistema SIAS XL sarà alimentato automaticamente dal Sistema ReCUP al momento dell’erogazione delle prestazioni. Questo permette alle Aziende di non effettuare più la produzione di flussi intermedi di alimentazione del SIAS XL, ma di effettuare solo la validazione dell’erogato già presente nel Sistema.

La gestione del processo di valorizzazione delle informazioni nel Sistema SIAS XL avviene secondo il percorso illustrato di seguito:

SIAS XL.png

Lascia un Commento