Home » INNOVAZIONE » Il Funky Prize per l’innovazione su web

Il Funky Prize per l’innovazione su web

Marco Zamperini, the funky professor, uno dei più importanti divulgatori dell’innovazione sul web in Italia, prematuramente scomparso, il Funky Prize vuole ricordarlo premiando chi fa innovazione su internet (Fonte: funkyprize.org)

Il Funky Prize ricorda Marco Zamperini, the funky professor premiando chi fa innovazione su web

Un premio per chi innova su internet con positività, umanità e semplicità

Si può rendere la tecnologia da argomento complesso una narrazione alla portata di tutti? Un obiettivo non semplice ed in italia, dagli albori del web fino allo scorso anno, una persona ci è riuscita: Marco Zamperini, il Funky professor, è stato l’evangelist di internet nel nostro Paese, promuovendo per quasi quarant’anni web e innovazione tra le ultime generazioni. Venuto prematuramente a mancare lo scorso ottobre, per ricordarlo è stato istituito il Funky Prize per premiare chi fa innovazione su web e che quest’anno è alla sua prima edizione

Marco Zamperini, the funky professor, uno dei più importanti divulgatori dell'innovazione sul web in Italia, prematuramente scomparso, il Funky Prize vuole ricordarlo premiando chi fa innovazione su internet (Fonte: funkyprize.org)

Marco Zamperini, the funky professor, uno dei più importanti divulgatori dell’innovazione sul web in Italia, prematuramente scomparso, il Funky Prize vuole ricordarlo premiando chi fa innovazione su internet (Fonte: funkyprize.org)

Il Web come motore d’innovazione e sviluppo tecnologico

Il Funky Prize ha lo scopo di contribuire a colmare il vuoto creato dalla prematura scomparsa del Funky Professor, “incentivando coloro che intendono portarne avanti la missione, per un utilizzo più maturo,  consapevole e diffuso di Internet nel nostro Paese, e per lo sviluppo delle potenzialità della rete come strumento di innovazione, di miglioramento della qualità della vita e di creazione di nuove forme di partecpazione alla vita sociale ed economica del Paese”, si legge sul sito del premio.

[jwplayer mediaid=”4195″]

Come partecipare al Funky Prize 2014

Prima di tutto occorre affrettarsi: le domande di partecipazione premio devono essere presentate entro il 31 luglio 2014 sul sito del Funky Prize seguendo le istruzioni del bando. La valutazione dei candidati, che devono essere persone fisiche che svolgono la loro attività in Italia, avverrà confrontando le loro attività “con le tematiche della rete e del suo sviluppo maturo e consapevole nel nostro Paese, l’ampiezza e la continuità del loro impatto – anche potenziale – sul pubblico cui sono rivolte (utilizzatori, fornitori di servizi, regolatori, istituzioni o altro), gli aspetti innovativi e lo spirito «funky». Ad esempio, saranno considerate le attività di comunicazione, promozione e analisi critica realizzate con pubblicazioni come blog, social media, siti o applicazioni Web, o realizzazione di eventi, strumenti o servizi che promuovano queste attività: ma si deve trattare di progetti già realizzati.

L’ammontare complessivo del Funky Prize è di 15mila Euro che potranno essere ripartiti tra più vincitori ex equo.