Home » APPROFONDIMENTI » Nuovi strumenti per l’assistenza domiciliare

Nuovi strumenti per l’assistenza domiciliare

Innovazione nei servizi domiciliari

Innovazione nei servizi domiciliari

Strumenti innovativi per l’assistenza domiciliare

Innovazione sociale al servizio dell’assistenza territoriale e domiciliare: nuovi strumenti per l’assistenza. Non sono pochi nel nostro Paese, gli esempi di società che sempre più si accingono a sperimentare innovativi strumenti di welfare per colmare bisogni crescenti – a causa dell’invecchiamento della popolazione e dell’aumento delle non autosufficienze – e non sempre soddisfatti. Per Assistenza Domiciliare si intende l’assistenza domiciliare erogata in base ad un piano assistenziale individuale attraverso la presa in carico multidisciplinare e multiprofessionale del paziente. I pazienti anziani (sono considerati tali quelli con età uguale o superiore a 65 anni) rappresentano più del 84% del totale dei pazienti assistiti in Assistenza Domiciliare Integrata. Dati Istat fotografano una situazione differente da regione a regione in termini di dati, numero di assistiti, prestazioni.

La tecnologia Vitaever

Welfare Company, in collaborazione con la software house Nethical, ha realizzato VITAEVER, una tecnologia cloud per gestire in maniera semplice i servizi domiciliari e territoriali. Si tratta di una tecnologia Cloud, ossia l’unione di software e hardware, flessibile ed affidabile, che si paga al consumo come un servizio, per gestire in maniera semplice ed intuitiva servizi domiciliari e territoriali. La tecnologia è stata sviluppata in collaborazione con la Fondazione ANT Italia Onlus che costituisce il più grande ospedale oncologico domiciliare d’Europa con più di 4000 Assistiti seguiti ogni giorno da uno staff di 350 professionisti tra cui medici, psicologi, infermieri, nutrizionisti, farmacisti e personale tecnico.Distribuita come un servizio, in modalità SaaS (Software As a Service), Vitaever aiuta la struttura ad organizzare l’attività quotidiana, facilita le comunicazioni e lo scambio di informazioni tra gli operatori. Se diffusa sul territorio potrebbe facilitare la comunicazione e l’interazione tra tutte le figure professionali coinvolte in un contesto di assistenza domiciliare integrata. E’ accessibile attraverso un comune browser Internet, su dispositivi fissi o mobili e consente ai pazienti di accedere ai propri dati per poterli condividere con il proprio Medico. Attualmente è utilizzata per cure palliative, somministrazione di terapie, riabilitazione fisica, servizi educativi e scolastici