Home » APPROFONDIMENTI » Windows compie 30 anni

Windows compie 30 anni

Il compleanno di Windows

Il compleanno di Windows

Un compleanno importante

Windows compie 30 anni. Tanti ne sono trascorsi dalla prima versione datata 1985 a Windows 10 che dovrebbe fare la sua comparsa entro metà 2015. Infatti uscirà ad autunno del 2015 l’ultima versione del celebre sistema operativo Windows. Si passerà dall’8 al 10 senza passare dal 9. Con questa scelta Microsoft vuole dare risalto alle novità previste dal software. Si tratta infatti di un sistema operativo unico per Pc, tablet e smartphone, un fattore sul quale la società di Bill Gates punta moltissimo per l’affermazione del sistema sul fronte del mobile. Dopo le critiche degli utenti torna il tasto Start e vengono razionalizzate le app del Windows Store. Pochi giorni fa v’è stato l’annuncio su Twitter del responsabile dello sviluppo di Windows 10: il sistema sarà disponibile tramite aggiornamento solo sui computer dotati di sistemi operativi Windows 7 e 8. Per tutti gli altri sarà necessaria un’installazione completa (e dunque sarà indispensabile effettuare un backup dei dati). Nel frattempo Windows sta rilasciando delle versioni preliminari per coloro che volessero contribuire allo sviluppo e alle correzioni del sistema in uscita.

 Dall’archivio di internet la storia si legge attraverso una lente speciale

Se si parla di compleanni, non si può non parlare di archivi e ricordare gli esordi del personal computer e  dei primi siti in circolazione. Della storia dell’informatica un posto di primo piano lo hanno i giochi. L’Internet Archive mette online 2400 giochi DOS, gratis. Ci sono “Prince of Persia”, “Wolfenstein 3D”, “SimCity” e molti altri. Internet Archive è uno dei più grandi siti che si occupano di archiviare materiale online. Internet Archive è una biblioteca digitale non profit che ha lo scopo di consentire un “accesso universale alla conoscenza”. Essa offre uno spazio digitale permanente per l’accesso a collezioni di materiale digitale che ha al suo interno tra l’altro, siti web, audio,video e libri. Fu fondato da Brewster Kahle nel 1996 e fa parte della IIPC (International Internet Preservation Consortium). In aggiunta alla sua funzione primaria di archiviazione, Internet Archive è un’organizzazione attivista che si batte per una Internet libera ed aperta ed è un’associazione non profit riconosciuta ufficialmente negli Stati Uniti d’America. La più massiccia collezione digitale della biblioteca è l’archivio web, una sorta di raccolta di “fermi immagine” del World Wide Web catalogati secondo la data di acquisizione.  Dopo aver pubblicato nel novembre del 2014 oltre 900 titoli degli anni dell’Atari  pubblica altri 2400 videogiochi dell’era di MS-DOS da giocare liberamente online.  Il progetto è un tentativo di preservare giochi che non funzionano nativamente su quasi nessun computer moderno. Così, l’emulazione (il fingere attraverso il software di essere un computer che non si è, più o meno) diventa l’unica strada per permettere a questi programmi e giochi di funzionare come una volta.