Home » CULTURA » Parallelismi, Roma e New York

Parallelismi, Roma e New York

Presentazione del libro "Gentrification in parallelo, quartieri tra Roma e New York

Presentazione del libro “Gentrification in parallelo, quartieri tra Roma e New York”

Presentazione del libro “Gentrification in parallelo, quartieri tra Roma e New York” di Irene Ranaldi

Parco regionale dell'Appia Antica

Parco regionale dell’Appia Antica

Cosa è la gentrification? Cosa hanno in comune e cosa hanno di differente i quartieri popolari di Roma di New York? Quali sono, in breve i parallelismi, le convergenze e le divergenze tra due città distanti migliaia di chilometri che vivono in maniera differente i medesimi tempi? A queste ad altre domande su come cambiano le nostre città, sulla rigenerazione urbana, e sul presente, il passato ed il futuro delle metropoli e sulla loro trasformazione socio-demografica e culturale, cerca di dare risposta il libro “Gentrification in parallelo, quartieri tra Roma e New York”  –  Aracne Editrice (2014) – scritto dalla sociologa Irene Ranaldi in base agli spunti emersi durante le ricerche svolte sul campo per la realizzazione della sua tesi di dottorato. Occasione per approfondire queste tematiche sarà la presentazione del volume – con letture di brani scelti, immagini delle due città ed un percorso eno-gastronomico che ad esse è ispirato – presso il Parco delle Innovazioni, nell’ambito delle iniziative che scandiscono l’avvicinamento al quarantennale della fondazione della Cooperativa Sociale ed Integrata Capodarco, che avrà luogo nel dicembre 2015. L’evento, realizzato con il patrocinio del Parco Regionale dell’Appia Antica, è aperto al pubblico e gratuito.

New York, Queens, Woodside (Foto Irene Ranaldi 2011)

New York, Queens, Woodside (Foto Irene Ranaldi 2011)

Un percorso sensoriale attraverso le metropoli

A fare da corollario alla presentazione, presente l’autrice, una mostra con una selezione di fotografie da lei realizzate o raccolte per scopi di ricerca,, una lettura di brani del libro a cura dell’associazione culturale Marmorata169, ed un percorso enogastronomico tra Roma e New York a cura dell’associazione culturale Laboratorio 104.  Il tutto a formare un percorso per comprendere questo fenomeno di trasformazione, narrato attraverso immagini, sapori e parole.
Tre modi per comprendere, tra differenti parallelismi, come i due quartieri oggetto della ricerca – il rione Testaccio a Roma e Astoria a New York, nel distretto del Queens – hanno vissuto e vivono i cambiamenti urbanistici e socioculturali di questi ultimi anni in termini di rigenerazione urbana.

Roma, segnali di rigenerazione urbana nell'ex quartiere industriale Ostiense (Foto di Irene Ranaldi, 2012)

Roma, segnali di rigenerazione urbana nell’ex quartiere industriale Ostiense (Foto di Irene Ranaldi, 2012)

Quartieri popolari ed ex industriali in fase di riqualificazione

«Questa ricerca – spiega Irene Ranaldi – è stata discussa per la dissertazione della tesi di dottorato in Teoria e Ricerca Sociale, facoltà di Sociologia, e intende inserirsi in quel filone degli studi urbani che si occupa di quartieri popolari ed ex industriali in fase di riqualificazione e/o ricambio di classe sociale. Tali aree sono considerate spesso casi esemplari di zone in transizione, dove in seguito al disinvestimento di attività economiche si vengono a creare nuove comunità frutto della combinazione di rinnovate architetture, arrivo di residenti delle classi medio-alte e apertura di attività creative e culturali. Attraverso un approccio qualitativo, costituito principalmente dall’osservazione partecipante e delle interviste in profondità, si è inteso studiare il rione Testaccio nel centro storico di Roma e il quartiere di Astoria nel Distretto del Queens a New York considerati contesti urbani peculiari dal punto di vista delle mutazioni intervenute nel mercato immobiliare, della natura del processo di trasformazione urbana, delle categorie socio-economiche coinvolte e del grado di diversità culturale esistente».