Home » NEWS » L’ Autoconvocazione del volontariato italiano

L’ Autoconvocazione del volontariato italiano

Autoconvocazione del volotariato
Autoconvocazione del volotariato

Un momento per riaffermare ruolo e prospettive del movimento in Italia

Sabato 9 maggio 2015 a Roma dalle ore 10.00 alle 17.00, presso il Dipartimento Comunicazione e Ricerca Sociale dell’ Università La Sapienza in Via Salaria 113, si terrà l’ Autoconvocazione del volontariato italiano.

Promossa dal Forum Nazionale del Terzo Settore, il Centro Nazionale Volontariato (CNV), la Conferenza permanente delle Associazioni, Federazioni e Reti di Volontariato (ConVol), la Caritas Italiana e dalla Consulta del Volontariato presso il Forum Nazionale del Terzo Settore.

Non è un convegno, ma un momento per rimettere al centro e riaffermare e approfondire significato, ruolo e prospettive del volontariato in Italia, in un momento storico particolare in cui si discute in Parlamento la Legge di riforma del Terzo Settore.

Il volontariato in Italia

Un evento importante attraverso il quale si intende dare voce a tutte le sue organizzazioni, dalle più grandi alle più piccole, rimettere al centro dell’agenda politica la necessità di valorizzare un così importante patrimonio nazionale, creare le condizioni che ne liberino ulteriormente le energie e rilanciarne i valori fondanti come la gratuità, il ruolo politico e quello di advocacy.

Vuole far sentire la propria voce unitaria contro le attuali proposte di legge del Governo che tendono a diminuire e snaturare il ruolo del volontariato nell’ambito del Terzo settore.

La giornata del 9 maggio

Sarà una giornata piena di contenuti e di dibattito con la discussione articolata in otto gruppi di lavoro.

Programma 9 maggio

Il 9 maggio – ha affermato Enzo Costa, Coordinatore della consulta del volontariato presso il Forum – il volontariato italiano alzerà la voce per dire le sue ragioni, che poi si traducono in ‘valori’, dal momento che sinora la politica italiana non lo ha fatto. Noi crediamo che il volontariato, che coinvolge milioni di cittadini, sia una pratica storica diffusa in tutto il Paese, e in quanto tale, un grandissimo patrimonio da sostenere e valorizzare. Il 9 maggio lanceremo un segnale, avremo una rappresentanza con molte facce e molte voci per dare espressione a questo Paese“.

Il movimento sarà auto-convocato almeno fino al 5 dicembre, la Giornata Internazionale del volontariato.