Home » DISABILITA' » Arisla, un bando per tecnologia assistenziale

Arisla, un bando per tecnologia assistenziale

(Internet)

Arisla Bando Ice Bucket Challenge

Proposte di ricerca finanziate dall’ Ice Bucket Challenge

Fondazione AriSLA (Fondazione Italiana di ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica) pubblica il secondo Bando 2015 per Progetti di ricerca sulla SLA grazie alle donazioni dell’ Ice Bucket Challenge:

L’ obiettivo della nuova call internazionale è la realizzazione di ausili e servizi di tecnologia assistenziale che rispondano alle necessità dei pazienti affetti da SLA, migliorando la loro qualità di vita.

Il Bando 2015 AriSLA Ice Bucket Call for Assistive Technology prevede la presentazione di Full Proposal da parte di partenariati composti da Enti non profit e Enti profit o da Start up innovative a vocazione sociale.

Proposte innovative e verificabili

Questi devono garantire un prodotto o un servizio che abbia ricadute concrete ed immediate per la comunità dei beneficiari, per questo si prevede che il processo di validazione della soluzione tecnologica debba essere effettuato con la partecipazione attiva dei pazienti, dei caregivers e degli operatori sanitari.

I progetti dovranno avere una durata tra i 12 e i 24 mesi e una richiesta economica da 30.000,00 fino a 300.000,00 euro. Potranno essere accettate proposte di valore differente se la richiesta verrà adeguatamente giustificata.

Le proposte potranno essere presentate fino alle ore 13 del 15 settembre 2015, per via telematica.

I Bandi e la valutazione

Si possono scaricare il testo integrale del bando e la modulistica dal sito dell’Arisla alla sezione Bandi, insieme alla scheda tecnica del bando.

Al fine di garantire la valorizzazione del merito scientifico e l’oggettività di giudizio, il processo prevede una prima fase di valutazione in remoto, nella quale ogni proposta sarà valutata da almeno tre revisori del Comitato Scientifico Internazionale di AriSLA, al termine della quale si avrà una graduatoria di merito.

In seguito, le proposte saranno sottoposte ad una seconda fase, che prevedrà una valutazione comparativa nel corso di un Consensus Meeting. La conclusione del processo di valutazione è avvenuta il 31 Dicembre 2015.