Home » DISABILITA' » Borsa di studio per studenti con disabilità

Borsa di studio per studenti con disabilità

La borsa di studio è rivolta agli studenti con disabilità che frequentano corsi di studio in Informatica, Ingegneria Informatica, User Experience

La borsa di studio è rivolta agli studenti con disabilità che frequentano corsi di studio in Informatica, Ingegneria Informatica, User Experience

La borsa di studio che vuole migliorare la vita ai disabili.

European Disability Forum (EDF) è stata lieta di annunciare la disponibilità per l’anno accademico 2015/16 di una borsa di studio, finanziata da Oracle, rivolta agli studenti con disabilità che frequentano corsi di studio in Informatica, Ingegneria Informatica, User Experience.

La borsa di studio ammonta a 8.000 euro per l’anno accademico 2015/16 e sarà assegnata sulla base di un progetto o ricerca che sarà condotto dallo studente durante l’anno accademico. La valutazione sarà basata sull’originalità, la qualità scientifica e l’allineamento allo stato dell’arte della tecnologia; su come il progetto o la ricerca affrontano i differenti bisogni delle persone con disabilità; sulla sua innovatività e sul contributo che può dare all’evoluzione dell’accessibilità digitale.

Per fare domanda è necessario: essere uno studente con disabilità che segue percorsi di studio in informatica, ingegneria informatica, User Experience, essere cittadino dell’Unione Europea (EU) e risiedervi, essere iscritto a una università in EUP nell’anno accademico 2014/15 (incluse le università online che hanno base nell’Unione Europea) ed essere iscritto a un corso di laurea (Bachelor’s degree) o essere iscritto/avere l’intenzione di iscriversi a un Master o un programma di ricerca post laurea (PhD) presso una università dell’Unione Europea.

I requisiti e le modalità per presentare la domanda (che deve essere presentata entro l’1 settembre all’indirizzo mail: eaccessibility.scholarship@edf-feph.org) sono descritti sul sito di Oracle e sulla pagina dell’EDF.

“Il percorso di studio – come spiegano dall’EDF – parte dalla convinzione che una migliore accessibilità e usabilità dei prodotti e servizi Ict può stimolare l’inclusione e la partecipazione dei disabili nella società: siti web accessibili, formati media specifici e tecnologie possono aiutarli a trovare lavoro, vivere pienamente nelle loro comunità di appartenenza e diventare cittadini attivi” .