Home » APPROFONDIMENTI » Expo 2015: "Dolce vela" sul Garda per la disabilità

Expo 2015: "Dolce vela" sul Garda per la disabilità

"Dolce Vela", l'iniziativa di Sistema Brescia per la vela accessibile sul Lago di Garda presentata a Expo 2015 Milano: in primo piano, Massimo Dighe, istruttore federale Fiv e della federazione internazionale Isaf, con alle spalle, per chi guarda, il simulatore Optimist a sinistra e il simulatore Hansea 303 a destra. Quest'ultima imbarcazione può essere pilotata anche da chi non ha l'uso delle gambe e delle braccia.

In primo piano, Massimo Dighe, istruttore federale Fiv e della federazione internazionale Isaf, con alle spalle  il simulatore Optimist a sinistra e il simulatore Hansea 303 a destra

Presentata all’Expo l’iniziativa per la vela accessibile promossa da Sistema Brescia e Fiv XIV zona.

Turismo e vela per tutti sul Lago di Garda grazie all’iniziativa Dolce Vela. L’iniziativa, presentata il 22 luglio ad Expo Milano 2015 nell’ambito della Terza giornata del protagonismo di Brescia, denominata “La bella estate“, è promossa da Sistema Brescia, dal distretto del Garda e da Fiv, Federazione Italiana Vela, XIV zona. Tra padiglioni dell’Expo erano presenti, oltre ad un 12 metri da regata che ha vinto tutto il vincibile nelle regate sul lago di Garda, anche due simulatori, uno per Optimist, dedicato ai più piccoli e l’altro per uno scafo Hansa 303 per persone con disabilità.

“L’Hansa 303 – spiega alla stampa Massimo Dighe, istruttore federale Fiv e della Federazione internazionale Isaf – è una barca che i serie può essere pilotata sia da persone disabili che normodotate, essendo molto semplice e non servendo l’uso delle gambe, e per chi non ha l’uso delle braccia ci sono degli ausili che permettono anche di timonare solo con la bocca o con il mento”.

[jwplayer mediaid=”10673″]

“I non vedenti – sottolinea sempre Dighe – hanno un altro tipo di barca ed altri tipi di boa. Loro hanno delle boe sonore e riescono ad orientarsi in mare o sul lago sentendo i suoni delle boe e delle altre barche. Ogni boa ed ogni barca fa un rumore differente”. Insomma, turismo e sport nautici accessibili sul lago di Garda con un lancio in grande stile in occasione di Expo Milano 2015.

Turismo e sport, benessere fisico e mentale

“Tutto questo per noi vuol dire offerta turistica – spiega Vincenzo Pinelli, responsabile dell’iniziativa ad Expo 2015 – la vela è uno sport sano, che fa bene al corpo e alla mente soprattutto”.

“Quest’anno, per la prima volta, c’è un circuito nazionale Hansa 303, che si svolge principalmente sul Lago di Garda, dove, probabilmente – conclude Dighe – si svolgerà la preparazione a livello nazionale degli equipaggi paralimpici per Rio 2016 ed il mondiale a novembre”.

Uno scafo Hansa 303 in azione

Uno scafo Hansa 303 in azione