Home » Newsletter » Il numero 0 della Newsletter del gruppo Darco

Il numero 0 della Newsletter del gruppo Darco

Editoriale

gruppo darco

La newsletter “Sociale.it edizione per il Gruppo Darco” nasce per stabilire una più efficace e continuativa comunicazione tra i soci lavoratori del Gruppo, dislocati in tutte le sedi di lavoro regionale o in telelavoro.
Il vecchio strumento del Sia, da quando la firma per le presenze è stata sostituita dal sistema Zucchetti, non è più adeguato ai contemporanei mezzi di comunicazione pur proponendo al suo interno, da più di dieci anni, una rassegna stampa focalizzata sui temi dell’organizzazione e del lavoro e della disabilità e cronaca/attualità di sicuro interesse.
Sollecitati da moltissimi stimoli comunicativi provenienti dai social, dai giornali on line, dalla tv, i messaggi rischiano di perdersi in una confusione di parole che distoglie l’attenzione dall’approfondimento.
Compito di una impresa sociale è anche quello di investire sul legame sociale tra i propri lavoratori, investimento che non può prescindere da una comunicazione trasparente e costante sui servizi e prodotti che ha in campo per assicurare continuità lavorativa.
Importante anche trattare di temi riguardanti il clima sociale e politico che ha un inevitabile impatto su qualsiasi realtà produttiva e imprenditoriale che sta sul mercato, sulla valorizzazione delle competenze anche extra lavorative della propria base sociale (si pensi agli eventi realizzati a Torricola e Pomezia in questo anno), sulla vita e il funzionamento della cooperativa.
Lanciamo quindi un nuovo prodotto editoriale, sotto l’egida della nostra testata giornalistica Sociale.it con l’obiettivo di raggiungere con cadenza settimanale, con un invio diretto sulla posta elettronica aziendale, tutti i soci lavoratori.
Nella newsletter troverà spazio un editoriale con le principali novità provenienti dal mondo del lavoro, della previdenza, della disabilità, del welfare ecc. Inoltre, approfondimenti dalle aree aziendali che avranno il compito di comunicare e rendere tutti partecipi sui nuovi prodotti rilasciati, sui servizi in implementazione, sui progetti in corso.
Una comunicazione interna quindi ma con un occhio al contesto esterno in cui operiamo.
Una maniera per non far sentire nessuno solo e distante dalle aree centrali.
La comunicazione tuttavia ha efficacia solo se è a due vie, altrimenti diventa uno sterile monologo.
Leggete quindi i nostri prodotti editoriali per il semplice fatto che parlano di noi, del nostro lavoro in cooperativa, delle sfide che ci attendono. Aprite la newsletter e restate informati sulla vita quotidiana aziendale, per un arricchimento che ci deve vedere tutti uniti nell’affrontare un momento lavorativo difficile.