Home » APPROFONDIMENTI » Le app per pagare il parcheggio

Le app per pagare il parcheggio

App per il parcheggio

App per il parcheggio

In rete diverse opportunità in convenzione con i Comuni.

Vi sono diverse App esistenti per il pagamento on line dei servizi di sosta, oltre all’esperimento di Parkey a Milano (leggi il precedente articolo su Sociale.it).

Tabnet è la nuova piattaforma per l’erogazione della sosta presso i comuni convenzionati realizzata da Servizi in Rete, società della Federazione Italiana Tabaccai.

L’ applicazione consente di pagare le strisce blu in diverse città, tra le quali anche Roma, inoltre quelli che intendono restare sulla sosta tariffata per un tempo maggiore, possono saldare la differenza con un click.

Il servizio, in grado di ricordare le targhe dell’utente e le zone più usate, si potrà ricaricare in qualunque tabaccheria convenzionata o con la carta di credito.

Servizi on line e carte di credito

Da aprile è attiva a Roma ParkAppy,  l’app per smartphone che consente di pagare la sosta sulle strisce blu in maniera pratica e veloce.

I vigili ed ausiliari controllano in tempo reale, tramite la targa, lo stato del pagamento che viene registrato sui server dell’ Atac.

Si può controllare in ogni momento quanti minuti di sosta rimangono, sia dall’app che attraverso la widget e ricevere una notifica quando la sosta sta per scadere.

Smarticket.it è un’app che opera nella città di Bologna in convenzione con le banche.

L’utente e cliente dell’istituto non avrà che da accedere all’applicazione della sua banca, con tutto ciò che ne consegue in termini di affidabilità e sicurezza, per pagare le strisce blu attingendo direttamente al conto corrente.

Anche per l’estero

Da mesi opera anche EasyPark, valido per 37 comuni italiani ma anche altre città europee.

Disponibile gratuitamente per iOS, Android e Windows Phone e permette di pagare il parcheggio attingendo a un credito ricaricabile con carta di credito, Paypal o bonifico.

Il tempo della sosta va segnalato inizialmente insieme all’apposito adesivo sul parabrezza per indicare che sta pagando con questa modalità, ma si può prolungare.

Pyng

Pyng

MyCicero è gratuita per iPhone, Android e Windows Phone, disponibile solo in Italia in 25 comuni ed altri in attivazione.

Con un’unica registrazione e un’unica ricarica parcheggia in tutte le città coperte dal servizio, paga solo i minuti effettivi di sosta con commissioni molto ridotte.

Infine da Telepass è stata realizzata Pyng,  che copre per ora Ferrara, Milano, Roma e Salerno.

L’addebito avviene direttamente sul conto Telepass, senza l’uso di carte di credito, ricariche o pagamenti anticipati e senza alcuna commissione che non sia prevista dal contratto.