Home » APPROFONDIMENTI » Cybersecurity: il punto

Cybersecurity: il punto

Cybersecurity, le nuove frontiere

Cybersecurity, le nuove frontiere

Cybersecurity: nel 2016 diventerà sempre più importante

Cybersecurity: il punto. Secondo il rapporto Akamai, la sicurezza informatica diventerà sempre più importante nei prossimi anni, guadagnando maggiore attenzione da parte del grande pubblico. Infatti con l’aumento di cyber attacchi e un interesse sempre maggiore da parte dei governi e dei cittadini, viene da chiedersi quali saranno i trend 2016 nell’ambito della cybersecurity? Crescerà la diffusione dei ricatti DDoS.  Nel 2014 abbiamo visto comparire una nuova minaccia, DD4BC. Scomparsa nel 2015, è stata sostituita da Armada Collective. Entrambi i gruppi erano dediti all’invio di email con la richiesta di un pagamento in bitcoin con la minaccia, in caso contrario, di mettere fuori servizio il sito dell’azienda. Il loro successo ha portato Armada Collective a comportamenti sempre più aggressivi e alla nascita di un discreto numero di imitatori.

Quali sono i pericoli individuati dagli esperti

L’Internet delle Cose sarà messo in pericolo perché “Cose” rappresenta una vasta classe di tecnologie e prodotti, la maggior parte dei quali è stata progettata dedicando nulla più che un veloce pensiero alla sicurezza. Infatti i cosiddetti  dispositivi IdC raccolgono più informazioni sui loro proprietari di quanto essi possano immaginare e si tratta di dati molto preziosi. E anche se il dispositivo è perfettamente sicuro, i servizi che stanno dietro a quel dispositivo spesso lasciano molto a desiderare in termini di sicurezza. Ecco perché penso che assisteremo a un crescente numero di attacchi sia ai tool e ai giochi IdC sia alle aziende che raccolgono i nostri dati personali. La sicurezza non aumenterà in modo significativo, nonostante tutte le dichiarazioni dei fornitori di sicurezza che sostengono di disporre della soluzione a tutti i nostri problemi, un prodotto del genere non esiste. Dobbiamo invece convincerci che assisteremo a una lunga serie di piccoli miglioramenti alla sicurezza e che i progressi si misurano in decenni, non in anni. Le aziende troveranno metodi nuovi e più efficaci per proteggere i loro sistemi e a loro volta i criminali troveranno nuovi e più efficaci metodi per attaccare gli stessi sistemi. Ma sarà importante il ruolo dei governi avranno un impatto importante sulla sicurezza . Ad esempio la Cina ha sempre preteso di avere accesso a tutto il traffico sul suo Internet; la Russia ha varato una legge nel 2014 in base alla quale il traffico dei suoi cittadini deve rimanere all’interno del Paese ed essere sempre accessibile alle forze di polizia. Sia gli USA sia la Gran Bretagna stanno facendo pressioni sulle aziende dalla Silicon Valley per avere accesso alle comunicazioni cifrate e, dopo gli attacchi di Parigi, anche la Francia sta prendendo in considerazione la possibilità di rendere Tor illegale e chiudere l’accesso al WiFi pubblico.