Home » APPROFONDIMENTI » Nuovi posti di lavoro dal bando Occupiamoci!

Nuovi posti di lavoro dal bando Occupiamoci!

(Internet)

Il Bando Occupiamoci!

Si tratta di nove progetti innovativi di impresa sociale

Sono stati annunciati i progetti vincitori della seconda edizione del Bando Occupiamoci!, organizzato dalla Fondazione Mission BambiniFondazione Canali Onlus, Fondazione San ZenoUniCredit Foundation con la consulenza di Manageritalia Milano-Gruppo Volontariato Professionale.

Obiettivo del concorso,  rivolto esclusivamente ad organizzazioni senza scopo di lucro, era di selezionare le attività che favoriscano l’ inserimento lavorativo di giovani in situazione di disagio sociale.

Per l’ inserimento lavorativo

Il Bando Occupiamoci!, che ha uno stanziamento complessivo di 600.000 euro, prevede tirocini per giovani tra i 16 e i 29 anni, da realizzarsi presso realtà produttive del territorio ed  inserimento lavorativo di giovani tra i 16 e i 29 anni tramite iniziative di imprenditorialità sociale.

Alla fine sono stati selezionati nove progetti, tra oltre 200 richieste pervenute, in tre graduatorie distinte sulla base dell’area geografica di realizzazione degli interventi.

I progetti selezionati riceveranno un contributo medio di 65mila euro ciascuno per coprire una parte degli investimenti iniziali e una parte dei costi di gestione.

Si tratta di attività imprenditoriali ideate e gestite da associazioni o cooperative senza scopo di lucro, con un grado elevato di sostenibilità economica, con l’obiettivo realistico di garantire posti di lavoro stabili.

Molti sono i progetti squisitamente locali che hanno puntato principalmente nei settori strategici per l’Italia, come l’enogastronomia e il turismo.

I progetti vincitori

Questi sono i vincitori di Occupiamoci! dell’edizione 2015:

CASEIFICIO SOLIDAL di Cooperativa Sociale Solidarietà 90 Laveno-Mombello (VA)
per la produzione di formaggio e yogurt di capra biologico per  11 ragazzi con disabilità.

È BUONO! UNITED ICE CREAM LAB  dell’ Associazione Consulta Diocesana per le attività in Favore dei minori e delle famiglie ONLUS di Genova per realizzare un laboratorio di produzione e vendita di gelato artigianale.

DegustiBUS dell’ Associazione Le Fate Onlus di Verona per un food truck che proporrà cibo etnico ma con ricette riviste in chiave locale.

PIADALAB – un laboratorio per l’inclusione della Cooperativa Sociale Paolo Babini di Forlì per la creazione di un laboratorio per la produzione di impasti per pizza e  piadina romagnola.

LA BOTTEGA DEI MIRACOLI dell’ Associazione Italiana Persone Down (AIPD) – sezione di Pisa
Una “bottega” di prodotti alimentari  equosolidali  e anche una sorta di laboratorio formativo stabile.

CENTRO PER L’INFANZIA BARBALBERO della Cooperativa sociale Capitani Coraggiosi San Benedetto del Tronto (AP) ha creato una struttura per bambini di età compresa tra i 6 e i 36 mesi.

SHORE-TEAM: l’Officina a Mare dell’ Associazione Apriti Cuore  a Palermo per creare una officina/veleria itinerante che offra alle imbarcazioni che lo necessitano interventi di manutenzione.

PALERMO NON CONVENTIONAL TOUR del Comitato provinciale Arcigay Palermo per vendita e realizzazione di servizi e percorsi turistici sostenibili rivolti anche a turisti LGBTI .

BIKE ECONOMY dell’ Associazione Caracol a Napoli per potenziare i servizi della “Bicycle House”, uno spazio gestito dall’Associazione Caracol presso la Galleria Principe di Napoli.