Home » APPROFONDIMENTI » Strategie di coesione sociale a favore della Terza età

Strategie di coesione sociale a favore della Terza età

terza età

Strategie di coesione sociale a favore della Terza età

Progetti a favore della Terza Età

Sono sette i progetti delle organizzazioni non profit che si sono aggiudicati i premi della quinta edizione nazionale del Bando UniCredit Carta E Strategie di coesione sociale a favore della Terza età. 

Promosso da UniCredit Foundation, il bando ha assegnato 60.000 euro a ciascuno dei 7 progetti innovativi e utili per strategie di sostegno per gli anziani.

Dal 2011 il Bando UniCredit Carta E ha sostenuto 38 progetti sul territorio nazionale riguardanti il sostegno alle persone anziane in  condizione di disagio economico, sociale o sanitario e il supporto all’imprenditorialità sociale e all’occupazione dei giovani.

I fondi necessari sono stati messi a disposizione da UniCreditCard Flexia E, la carta di credito che, senza alcun costo aggiuntivo per il titolare, destina il 2 per mille di ogni spesa effettuata a un fondo indirizzato a iniziative e progetti di solidarietà.

I sette vincitori sono stati selezionati da un comitato scientifico coordinato da UniCredit Foundation in collaborazione con il Cergas dell’Università Bocconi di Milano, che ha valutato le circa 300 proposte pervenute.

Al termine del Bando, altri 80.000 euro sono stati ripartiti sui 7 progetti attraverso l’iniziativa interna a UniCredit “Your Choice, Your Project”, dedicata ai dipendenti italiani del Gruppo, che hanno potuto esprimere la propria preferenza attraverso un meccanismo di voto.

Questi sono i progetti vincitori con i rispettivi finanziamenti assegnati:  

Per l’ Area Nord Ovest, Resto a casa della Azimut Cooperativa Sociale di Solidarietà di Novi Ligure (AL), Sperimentazione della formula “badante di condominio”, con un contributo complessivo assegnato di 84.381 Euro.

Per l’ Area Lombardia, Condominio solidale della Piccola Casa Federico Ozanam di Como, Miglioramento del contesto abitativo e relazionale di un quartiere di Como attraverso attività comuni, servizi e reti relazionali, con un contributo complessivo assegnato di 67.177 Euro.

Per l’ Area Nord Est, Housing sociale del Consorzio Sol.Co. Verona, Prima sperimentazione di Housing Sociale per anziani a basso reddito, con un contributo complessivo assegnato di 70.094 Euro.

Per l’ Area Centro Nord, Abitare solidale di Auser Volontariato Marche, Progetto pilota di coabitazione solidale nella città di Osimo (AN), dedicato ad anziani a basso reddito, con un contributo complessivo assegnato di 66.927 Euro.

Per l’ Area Centro, il Progetto Nonni protagonisti della Cooperativa Sociale Nuova Era Onlus di Latina, Anziani protagonisti in iniziative di volontariato attivo che favoriscano il coinvolgimento intergenerazionale, con un contributo complessivo assegnato di 62.734 Euro.

Per l’ Area Sud, Nonno è bello! di Figli in famiglia Onlus, Coinvolgimento di anziani non autosufficienti a Napoli, promuovendone un ruolo attivo nella società, con un contributo complessivo assegnato di 71.005 Euro.

Per l’ Area Sicilia, il progetto Attivare la mente di Associazione Alzheimer Paternò (Ct), Sostegno agli anziani affetti da patologie neuro-degenerative e alle loro famiglie, con un contributo complessivo assegnato di 77.682 Euro.

Si tratta di progetti innovativi rispetto alle modalità di sostegno, integrazione e assistenza alle persone anziane, che mirano alla valorizzazione del loro ruolo attivo nelle comunità, dimostrando quanto ancora la Terza età possa essere centrale rispetto allo sviluppo di dinamiche di cittadinanza attiva.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva