Home » APPROFONDIMENTI » Le chiese di Milano…in tutti i sensi

Le chiese di Milano…in tutti i sensi

Le chiese di Milano…in tutti i sensi

Le chiese di Milano…in tutti i sensi

In quindici luoghi di culto sono stati inseriti pannelli multisensoriali 

Le chiese di Milano…in tutti i sensi è il nuovo progetto per il turismo accessibile messo in atto dal Comune di Milano e cofinanziato dal settore Turismo e Marketing territoriale.

Il progetto, realizzato dalla Tactile Vision Onlus con il patrocinio dell’ Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, prevede un percorso che attraversa le chiese di San Vittore al Corpo, Santa Maria delle Grazie, Sant’Ambrogio, San Maurizio, San Lorenzo, Sant’Eustorgio, San Simpliciano, Sant’Alessandro, Santa Maria presso San Satiro, San Marco, Santa Maria dei Miracoli, San Nazaro in Brolo, San Fedele, Sant’Antonio e Santa Maria della Passione.

Materiali a stampa innovativa

In questi quindici i luoghi di culto milanesi di fama ed interesse artistici sono stati inseriti pannelli multisensoriali e multimediali, così da creare un itinerario artistico composto da percorsi in grado di abbattere le barriere e permettere a tutti di apprezzarne la bellezza.

Gli interni degli edifici sono raccontati grazie ai materiali realizzati con una tecnologia innovativa di stampa, in grado di fornire una comunicazione integrata visiva, tattile e uditiva.

La speciale tecnica di stampa integra infatti i contenuti visivi a quelli tattili, permettendo la lettura a non vedenti, ipovedenti e alle persone con una lieve minorazione visiva.

Su ogni pannello si trova un testo scritto con caratteri speciali e in Braille, sia in italiano che in inglese, che fornisce tutte le informazioni essenziali sulla chiesa, con la pianta in rilievo e tutte le indicazioni per permettere l’orientamento all’interno di essa.

I video sugli smartphone

Inoltre sarà possibile, grazie alla tecnologia digitale, ottenere gli approfondimenti storico-artistici sull’edificio, sulle opere e sulla facciata inquadrando con il proprio smartphone il QR Code riportato sul pannello.

In questo modo si potrà accedere a contenuti audio per i non vedenti, video con sottotitoli e traduzioni dei testi nella lingua italiana dei segni per i non udenti.

I pannelli sono già stati installati in tutte le chiese individuate nel progetto, fatta eccezione per San Fedele, dove arriverà a settembre.

Come spiega l’assessore al Turismo, Roberta Guaineri,  “linclusione e l’accessibilità universale agli spazi pubblici, compresi quelli di interesse turistico, artistico e culturale, sono a pieno titolo criteri di base che includeremo nella progettazione e nella realizzazione delle iniziative di questa Amministrazione».

Salva

Salva