Home » CULTURA » La Giornata Nazionale del Cane guida per i Ciechi

La Giornata Nazionale del Cane guida per i Ciechi

(Internet)

Il cane guida

Una giornata per denunciare insieme tutte le discriminazioni

Domenica 16 ottobre prossimo si celebra la Giornata Nazionale del Cane guida per i Ciechi, istituita dall’ Unione italiana ciechi e ipovedenti per garantire i diritti delle persone con disabilità visiva.

Sono diverse le iniziative organizzate dalle sezioni provinciali e regionali dell’Unione (Bergamo, Bologna, Campobasso, Catanzaro, Como, Cremona, Genova, Lucca, Modena, Napoli, Palermo, Pesaro, Reggio Emilia, Treviso, Varese e Venezia) sul proprio territorio. 

La sezione provinciale di Roma invece organizza una passeggiata con i soci ed i loro cani guida lunedì 17 ottobre alle ore 9,30 dalla sede dell’Uici di Via Mentana 2 fino in piazza del Campidoglio, dove saranno ricevute dalle autorità locali.

La legge e la realtà

La Giornata infatti vuole denunciare il fatto che, nonostante la legge n. 37/1974, integrata dalla legge 60/2006, stabilisca che il cieco con il cane guida può entrare in tutti i luoghi aperti al pubblico disabile visivo essere accompagnato in qualsiasi luogo pubblico dal proprio cane, la realtà sia ben diversa.

Infatti molti alberghi, ristoranti ed esercizi pubblici si rifiutano sistematicamente di lasciarli entrare,  emarginando di fatto tutte le persone che ne abbiano necessità.

E, secondo il presidente dell’ UICI Mario Barbuto, ogni rifiuto di questa libertà costituisce una violazione dei nostri diritti umani basilari, ai quali non potremo mai rinunciare e sarà nostro dovere difenderli in ogni sede e con ogni mezzo.

Inoltre ogni rifiuto ha un impatto negativo sull’autostima della persona coinvolta, visto che quando si rifiuta una l’accoglienza di una persona non vedente accompagnata dal proprio cane guida, è la persona ad essere rifiutata, insieme al suo cane. E questo rifiuto comporta sempre un danno morale nei confronti della persona che si vede rifiutata.

Per questo l’ Unione italiana ciechi e ipovedenti  invita tutti coloro che ricevono un rifiuto di contattare l’associazione e di denunciare l’accaduto alla mail caniguida@uiciechi.it.