Home » EVIDENZA » 3 dicembre, Giornata Internazionale per i Diritti delle Persone con Disabilità

3 dicembre, Giornata Internazionale per i Diritti delle Persone con Disabilità

Il tema 2017 della giornata promossa dalle Nazioni Unite è “Trasformazione verso una società sostenibile e resiliente per tutti”

Il 3 dicembre l'Onu promuove la Giornata internazionale per i Diritti delle Persone con Disabilità (Photo Logan Abassi UN/MINUSTAH)

Il 3 dicembre l’Onu promuove la Giornata internazionale per i Diritti delle Persone con Disabilità (Photo ONU)

#Idpd2017, una giornata diversa dalle altre. O almeno facciamo in modo che il prossimo 3 dicembre, Giornata Internazionale per i Diritti delle Persone con Disabilità, lo sia, dedicando una riflessione ai tanti temi della disabilità – lavoro, formazione, diritti, salute – e al significato di diversità partecipando ad una delle tante iniziative che si svolgono in Italia.

La giornata, proclamata nel 1992 con la risoluzione 47/3 del Palazzo di Vetro “ha lo scopo di promuovere i diritti ed il benessere delle persone con disabilità in tutte le sfere della società e dello sviluppo, e a incrementare lal consapevolezza della situazione delle persone con disabilitò in ogni aspetto della vita politica, sociale, economica e culturale” si legge infatti nella pagina dedicata dall’Onu alla ricorrenza.

Il 3 dicembre l'Onu promuove la Giornata internazionale per i Diritti delle Persone con Disabilità (Photo Logan Abassi UN/MINUSTAH)

#idpd2017, nello spirito della Convenzione Onu per i Diritti delle Persone con Pisabilità

Quest’anno è anche l’undicesimo dall’approvazione della Convenzione internazionale sui diritti delle persone con disabilità, cui ha aderito anche l’Italia, ma molto deve essere ancora fatto per tutelare e promuovere i diritti delle persone con disabilità nel nostro Paese, a partire dal diritto al lavoro e alla salute.

Il tema di quest’anno è ambizioso, “Trasformazione verso una società sostenibile e resiliente per tutti”, che fa eco agli obiettivi all’Agenda 2030 dell’Onu per lo sviluppo sostenibile che ha come slogan “non lasciare nessuno indietro”, appunto.

Numerose le iniziative in tutto il mondo ed in Italia, promosse dai governi e dalle associazioni delle persone con disabilità, per fare in modo che la loro piena inclusione nella società contribuisca ad accelerare il processo verso uno sviluppo sostenibile ed inclusivo della società.

Partecipare alle iniziative e testimoniare la propria vicinanza a questo obiettivo ancora in buona parte incompiuto anche nel nostro Paese è un gesto che non va solo in questa direzione ma anche verso una maggiore comprensione ed inclusione di tutte le diversità della società in cui viviamo.

Lascia un Commento