Home » EVIDENZA » Asd “Giovani e Tenaci” a Beatrice Ion “siamo con te contro ogni forma di discriminazione e di razzismo”

Asd “Giovani e Tenaci” a Beatrice Ion “siamo con te contro ogni forma di discriminazione e di razzismo”

Il messaggio di Mario Dany De Luca, presidente di Asd “Giovani e Tenaci”, a Beatrice Ion, l’atleta paralimpica, nazionale di Wheel Chair Basket, che ha subito, insieme al padre, una violenta aggressione a sfondo razziale

Beatrice Ion

Beatrice Ion

“Asd Giovani e Tenaci si stringe in un abbraccio a Beatrice Ion e alla sua famiglia per la grave e vergognosa aggressione a sfondo razzista che l’atleta ha subito giovedì scorso insieme a suo padre” lo dichiara Mario Dany De Luca Presidente Dell’Asd “Giovani e Tenaci”. “Lo sport è prima di tutto inclusione attraverso regole e valori condivisi – continua De Luca – e questo messaggio inclusivo, al di là di ogni differenza individuale, è tanto più evidente nello sport paralimpico”.

“Bea ha conosciuto, nel suo percorso di riabilitazione, il Wheel Chair Basket attraverso il Santa Lucia Basket Roma a soli 9 anni, sotto la guida del nostro Carlo di Giusto, già Ct della Nazionale Italiana. Oggi è in Nazionale. Lei è un esempio di come lo sport crei inclusione e sia un motore di sviluppo sociale. Ma, evidentemente, questo è il segnale che a molti questo messaggio non arriva e che da tanti non sia compreso. Dobbiamo, allora, impegnarci ancora di più in questa direzione, perché, purtroppo, non si tratta solo di gesti isolati di farabutti o squilibrati, ma la scia dell’effetto di un clima sociale deteriorato, anche da messaggi politici scriteriati che minano alla base la convivenza e la coesione pacifica tra le diversità, che contribuiscono alla crescita culturale e sociale del nostro nostro Paese. Ciò è ancor più vero in questo difficile momento storico ed emergenziale in cui l’unità ha, anche, il senso di fare comunità, oltre ogni diversità o disabilità. No alla divisione e la discriminazione. Questa è la vera pandemia che ci affligge: l’ignoranza e l’abiezione. Lo sport deve, per questo, continuare a fare inclusione per tutti. Bea, siamo con te contro ogni forma di discriminazione e di razzismo”, conclude Mario Dany De Luca.

Lascia un Commento