Comunicare relazioni: il rilancio di Sociale.it

Si possono comunicare le relazioni? Quello che definiamo genericamente “sociale” implica sempre una relazione. Nel lontano 2004 il Consorzio Sociale Co.In registrò con questo vocabolo il nome della propria testata giornalistica presso il Tribunale di Roma, sezione Editoria. Partendo dall’ equivalenza tra l’azione del comunicare e quella di relazionarsi, è difficile distinguere i comportamenti relazionali da quelli comunicativi. È difficile distinguere le attività che implicano o rendono necessarie attività relazionali e una più consapevole attività di comunicazione. Cosa si intende con il termine comunicazione? Perché dovrebbe essere distinto dall’attività di relazione sociale?La relazione crea connessione, connettività, e la comunicazione crea significato, significazione.È con questo spirito che la testata e il portale web nacquero, per mettere in comunicazione e dare evidenza alle molteplici attività delle imprese sociali che componevano il Consorzio e che con fatica trovavano spazio sui media tradizionali. Di certo, erano anni differenti (nel 2004 ancora non esistevano i social network).In che senso oggi possiamo parlare di comunicazione «sociale» e possiamo, come stiamo facendo, ricominciare a ricostruire uno spazio che sia senso e punto di riferimento soprattutto locale (pensiamo alla Regione Lazio per ora) dell’impresa che fa sociale?

  • Sociale perché guarda con particolare attenzione ad alcune parti della società – persone, soggetti, categorie o classi – che si trovano a volte ad essere rappresentate solo in una dimensione di sofferenza, di difficoltà, di svantaggio, di emarginazione
  • Sociale perché si propone di intervenire direttamente nelle dinamiche e nelle denunce sociali, laddove possibile (penso al macro-tema delle barriere architettoniche e culturali che vivono le persone con disabilità)
  • Sociale perché riguarda la comunità e ha come orizzonte il rafforzamento del legame sociale e delle forme di convivenza
  • Sociale perché intende promuovere e rafforzare determinati valori e significati sociali in anni in cui la pandemia da covid-19 ci ha costretto a mettere a nudo le basi della nostra convivenza umana

La Comunicazione sociale non ha come scopo solamente quello di far conoscere, anche se può avere un importante contenuto informativo e conoscitivo, ma generalmente si pone l’obiettivo di intervenire in un contesto e modificare una situazione o un fenomeno. In sostanza ha dunque lo scopo di produrre un «cambiamentosociale». Questo obiettivo la rende uno strumento importante della vita sociale ma le conferisce anche una importante responsabilità.

E’ con questo spirito che Sociale.it una redazione composta da pubblicisti e non, persone con disabilità e normodotate, si rimette a scrivere.

 

3 dicembre 2022, Giornata Internazionale delle Nazioni Unite dei diritti delle persone con disabilità: a Grottaferrata il convegno 'Lazio, Turismo per Tutti - Senza Barriere: verso una Mappa dei percorsi accessibili' clicca sul banner per scoprire di più!