Home » Archivi Autore: Irene Ranaldi (pagina 30)

Archivi Autore: Irene Ranaldi

“Dopo di Noi” approvata la legge in Senato

  Un iter legislativo travagliato Dopo di Noi approvata la legge in Senato. Sono state allargate le soluzioni alternative al trust ed è stato modificato l’articolo sull’emergenza assistenziale, il testo andrà in terza lettura alla Camera per la definitiva approvazione. Con 181 voti favorevoli, 20 contrari e 12 astenuti, l’Assemblea del Senato ha approvato con modifiche il ddl n. 2232 con ...

Leggi Articolo »

Il portinaio di quartiere e altre esperienze di sharing economy

Il portinaio di quartiere a Parigi Abbiamo già parlato sul nostro portale dell’esperienza delle Social street e di tutte quelle azioni possibili tra vicini di migliorare la vita partendo dal piccolo, attraverso azioni di resilienza per riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà. Circa un anno fa l’economista francese Charles Edouard Vincent ha lanciato a Parigi il progetto Lulu dans ma ...

Leggi Articolo »

Facebook e la polemica sulle “trending news”

L’influenza sui comportamenti di consumo Facebook e la polemica sulle “trending news“. Nelle ultime settimane questo è stato uno dei temi imperanti nel dibattito su social media, marketing e comunicazioni. Facebook è stato infatti accusato di presunte manipolazioni delle Trending news. La presunta influenza che Facebook esercita sulle notizie che ogni giorno vengono veicolate attraverso la sezione ‘Trending News’ del social network ...

Leggi Articolo »

Cybercrime in crescita

  Password troppo deboli Cybercrime in crescita.  Sono motivazioni finanziarie e spionaggio a costituire l’89% degli attacchi informatici nel 2015, con la debolezza delle password come fattore primario delle violazioni. Cresce del 23% il fenomeno del phishing nel 2015, con l’89% degli attacchi cybercrime che implicano motivazioni finanziarie o spionaggio, mentre il 63% delle violazioni di dati è dovuta alla debolezza ...

Leggi Articolo »

Una app per il mal di testa

Una ricerca dell’Eurisko Una App per il mal di testa è stata realizzata dall’Associazione neurologica italiana sulla ricerca sulle cefalee Anircef nell’ambito di una campagna di informazione su questo disturbo. Ne soffrono davvero in tanti, è un disturbo molto diffuso ed ha ricadute importanti sulla qualità di vita ma spesso non viene gestito bene e si aspetti semplicemente che scompaia. A dirlo sono ...

Leggi Articolo »

Internet delle cose, la sua diffusione nella nostra vita quotidiana

In quali settori è diffuso e in quali meno Internet delle cose, la sua diffusione nella nostra vita quotidiana.  Il mercato dell’Internet of things continua a crescere: più 30% nel 2015 e un nuovo mercato da conquistare, l’industria che verrà. E’ stato calcolato che a fine 2015 erano circa 10,3 milioni gli oggetti connessi in Italia solo tramite rete cellulare (+29% ...

Leggi Articolo »

Sharing economy da boom

  Una ricerca Juniper prevede che l’economia della condivisione tra quattro anni farà tre volte gli utili di oggi:  un settore da più di 20 miliardi di dollari La sharing economy non è un fenomeno passeggero. Dopo aver attirato l’attenzione di insigni economisti per le sue potenzialità in termini di cambiamento positivo in grado di rivoluzionare le regole del mercato a ...

Leggi Articolo »

Sclerosi Multipla, il barometro 2016 di Aism

“Una autentica emergenza emergenza sanitaria e sociale”. Così Angela Martino, presidente della Conferenza delle persone con sclerosi multipla dell’Aism definisce la SM in occasione della presentazione del Barometro 2016 sulla malattia pubblicato dall’associazione alla vigilia della settimana italiana, 23 – 29 maggio e della giornata mondiale, 25 maggio, di consapevolezza della sclerosi multipla.  I numeri del resto parlano chiaro. In ...

Leggi Articolo »

Pmi e propensione all’innovazione

  Pmi e sviluppo Pmi e propensione all’innovazione. Non solo per l’Italia, ma in Europa le piccole e medie imprese (PMI) rappresentano un settore fondamentale dell’economia;  la grande impresa rappresenta infatti solo lo 0,2% del totale degli operatori (dati della Commissione Europea).  Si è portati a pensare che l’industria e la produzione di massa siano legate ai più marchi e imprese ...

Leggi Articolo »