Home » WELFARE (pagina 2)

WELFARE

Progetti di sostenibilità sociale presentati il prossimo 4 luglio da Banca Prossima

Il lavoro svolto in questi anni da Banca Prossima nel terzo settore si arricchisce di un nuovo momento che testimonia la sensibilità di questa banca verso i programmi di sviluppo di cooperative, imprese sociali ed enti del terzo settore in generale. Dal settimanale Vita pubblichiamo l’articolo di presentazione dell’evento che vedrà Banca Prossima protagonista: La Fondazione per l’Innovazione del Terzo ...

Leggi Articolo »

5 milioni di poveri

Dati allarmanti provengono dall’Istat sull’impoverimento del Paese per gli effetti delle crisi economiche che hanno attraversato il nostro Paese. Al riguardo abbiamo selezionato per i nostri lettori l’articolo pubblicato on line dalla rivista PMI che rappresenta in modo sintetico ed estremamente efficace il quadro. Nel 2017 si stimano in povertà assoluta 1 milione e 778 mila famiglie residenti in cui vivono 5 ...

Leggi Articolo »

QUASI UN QUINTO DELLA POPOLAZIONE PREFERISCE NON CURARSI PER DIFFICOLTA’ ECONOMICHE: OCCORRE UNA NUOVA STRATEGIA

Nel corso dell’incontro tenutosi a Roma che ha riconfermato Giuseppe Maria Milanese a presidente  di Confcooperative-sanità lo scorso 3 luglio, è stata presentata una rielaborazione dei  dati  sempre più allarmanti sul disagio della popolazione di far fronte alla  spesa sanitaria forniti da una recente ricerca Censis unitamente alle proposte per riuscire a coprire i bisogni di cura e assistenza socio-sanitaria. Secondo ...

Leggi Articolo »

Fibrillazione atriale, un rischio da non sottovalutare

Fibrillazione atriale

I risultati di una ricerca del ministero della Sanità: la fibrillazione atriale è una patologia diffusa nella popolazione anziana. Rischio ictus e prevenzione ancora parziale La fibrillazione atriale, un rischio troppo spesso silente e sottovalutato. Queste le principali evidenze dell’indagine epidemiologica “Fai, Fibrillazione Atriale in Italia“, realizzata con un finanziamento del Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle ...

Leggi Articolo »

Sanità in Italia, sempre più privata

    Sanità in Italia, sempre più privata. Recentemente abbiamo scritto della situazione nella Regione Lazio. La spesa sanitaria privata è esplosa a quota 36 miliardi con enormi differenze  tra Nord e Sud. Il 5% delle famiglie che incalzate dalla povertà rinviano o abbandonano le cure. Sono auasi 317.000 i  nuclei familiari che si sono impoveriti proprio per le spese ...

Leggi Articolo »

Una nuova ludoteca pubblica nel cuore di Roma

  Una nuova ludoteca, pubblica, a Roma. Dare voce ai territori, raccontare il ruolo di “resistenza culturale” dei servizi pubblici è uno degli scopi dell’informazione per il sociale. Quanto questi servizi sono rivolti ai bambini, fa ancora più piacere metterli in evidenza.  E’ stata inaugurata negli scorsi giorni in uno spazio in via della Renella a Trastevere, la ludoteca pubblica Le ...

Leggi Articolo »

Un libro sulla cooperazione negli anni della crisi

  Un libro sulla cooperazione negli anni della crisi arriva in un periodo caratterizzato da crescenti disuguaglianze, da una compromissione dei diritti sociali, e da un paese profondamente diviso sul tema dei migranti, dello Ius Soli, dove la solidarietà viene a volte tacciata e criticata di “buonismo”. Anni difficili esacerbati da inchieste giudiziarie che hanno lasciato morti e feriti anche ...

Leggi Articolo »

Salute mentale: in diminuzione i ricoveri obbligatori

  Il numero di Trattamenti sanitari obbligatori (Tso) è l’indicatore più frequentemente utilizzato per segnalare se le politiche per la Salute mentale attuate su un territorio sono coerenti con i principi della Legge di Riforma. Con al riforma della legge 180/1978 cosiddetta legge Basaglia, alcuni articoli hanno introdotto la possibilità che un cittadino sia sottoposto ad interventi sanitari in condizioni di ...

Leggi Articolo »

Fondo non autosufficienza: troppe disparità

Lo dice la  Corte dei Conti Mario Dany De Luca Si torna a parlare delle disparità del fondo della non autosufficienza, tema trattato molto spesso dalla nostra testata. L’Italia risulta divisa anche sulle politiche di ripartizione. Con una estrema eterogeneità e disomogeneità nella diffusione dei servizi tra le regioni e un’oscillazione della spesa sociale che passa dai 282 euro pro-capite ...

Leggi Articolo »