Home » Lavoro

Lavoro

Addio alle clausole sociali?

  Addio alle clausole sociali? L’interpretazione della cosiddetta clausola sociale di riassorbimento del personale dell’appaltatore uscente deve avvenire in maniera da non limitare la concorrenza e da renderla compatibile con l’organizzazione di impresa scelta dall’appaltatore subentrante; non è previsto un obbligo assoluto di assunzione a tempo indeterminato di tutto il personale. Lo ha stabilito il Consiglio di stato, sezione sesta, ...

Leggi Articolo »

Il lavoro del futuro: competenze STEM

  I lavoratori italiani sono fra i più pessimisti d’Europa sull’impatto che le tecnologie e la digitalizzazione avranno nei prossimi dieci anni sulle loro attuali mansioni di lavoro, e se potessero tornare indietro sceglierebbero nella stragrande maggioranza dei casi una facoltà scientifica o tecnologica: sono le principali evidenze del Randstad Workmonitor, l’indagine trimestrale sul mondo del lavoro del colosso delle ...

Leggi Articolo »

Il conteggio dei lavoratori svantaggiati nelle imprese sociali

Per quanto previsto dall’art. 2 D.Lgs. 112/2017 (revisione della disciplina in materia di impresa sociale), le imprese sociali sono chiamate a esercitare in via stabile e principale un’attività d’impresa di interesse generale, per il perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale. Ne parla la testata Ratio Quotidiana Accanto alle attività specificamente previste dal comma 1, la norma ritiene ...

Leggi Articolo »

Nuovo CCNL cooperative sociali

  Nuovo contratto della cooperazione sociale, Conf: “Adeguare i bandi” Il richiamo di Confcooperative Piacenza alle amministrazioni ed alle stazioni appaltanti al fine di contemplare l’aumento dei costi stabilito dall’adeguamento delle retribuzioni. Secondo l’intesa firmata a livello nazionale il 28 marzo scorso, il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro delle cooperative sociali prevede, quando a regime, un incremento dei ...

Leggi Articolo »

Nei contratti di appalto pagamenti da effettuare entro 30 giorni.

  Obbligo di emissione del certificato di pagamento entro sette giorni dall’adozione dello stato di avanzamento dei lavori. Tempi stretti di versamento anche nella fase di collaudo. Penali per il ritardo nell’esecuzione da parte dell’appaltatore commisurate ai giorni di ritardo e proporzionali all’importo del contratto. Lo prevede l’articolo 5 della legge 3 maggio 2019, n. 37 (la cosiddetta legge europea ...

Leggi Articolo »

Persone down e lavoro: la parola all’impresa

  Persone down al lavoro, «una scelta che conviene» ne parla RomaSette. «Non aiutarmi a realizzare un sogno: considerami un lavoratore»: è quello che chiedono i giovani dell’Associazione italiana persone down, che in occasione del 1° maggio tornano a lanciare il loro hashtag #DownLavoro. Non un sogno, quello dell’inserimento lavorativo, ma un obiettivo e anche una realtà, come raccontano, nel ...

Leggi Articolo »

Imprese dell’economia sociale – Fissati i termini e le modalità di presentazione delle richieste di finanziamento

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato sul proprio sito istituzionale il decreto direttoriale 9 aprile 2019 con il quale individua i termini e le modalità di presentazione delle richieste di erogazione per stato avanzamento lavori e a saldo relative al finanziamento agevolato alle imprese per la diffusione e il rafforzamento dell’economia sociale e, ove previsto, la richiesta relativa al ...

Leggi Articolo »

La denuncia di Zamagni: il terzo settore è sotto attacco

Il giornale Vita riporta questa intervista ad un autorevole economista, da sempre attento esperto del terzo settore. Segnatevi questa parola: aporofobia. «È una parola greca, vuol dire disprezzo del povero» spiega Stefano Zamagni, una vita spesa nello studio, nel racconto e nella testimonianza dell’economia civile. Un pezzo di storia del mondo del non profit, del Terzo settore e della cooperazione ...

Leggi Articolo »

Nel Decreto crescita dietrofront sul contrasto alla corruzione

  Ripotiamo l’articolo di Vita: Via l’equiparazione ai partiti politici per tutti gli enti che rientrano nel Registro unico del Terzo settore, mentre per gli altri scatta solo se un terzo del CdA ha avuto incarichi elettivi nei sei anni precedenti. Chiarificazioni anche rispetto alla pubblicazione sui siti dei contributi giunti dalla Pubblica Amministrazione Il “decreto Crescita”, approvato dal Consiglio ...

Leggi Articolo »