Home » Welfarepagina 6

Welfare

Ricercatori italiani in sanità: terzi in Europa

Italia terza in Europa per ricercatori sanitari Ricercatori italiani in sanità: terzi in Europa. L’Europa nelle scorse settimane ha distribuito 650 milioni a 277 ricercatori top su quasi 2.000 richieste arrivate da 29 Paesi. Il nostro paese ancora una volta ha dimostrato di essere in grado di avere delle eccellenze in campo sanitario, qualificandosi  al terzo posto con 26 ricercatori che ...

Leggi Articolo »

Cambia l’ assistenza medica

Studi medici aperti 7 giorni dalle 8 alle 24, di notte il 118 Nei prossimi giorni vi sarà un cambiamento di rilievo riguardo l’ assistenza medica.  Infatti negli studi dei medici di famiglia l’assistenza sarà infatti garantita  7 giorni su 7 e h 16 e con gli studi aperti dalle 8 alle 24. Per ore notturne sarà possibile usare il 118 e si potranno pagare ...

Leggi Articolo »

Fertilità femminile a rischio per plastica e pesticidi

Ftalati e DDT interferiscono con sistema endocrino e causano malattie responsabili della maggior parte dei casi d’infertilità femminile Alcune sostanze chimiche sono accusate di causare l’infertilità nelle donne. Secondo una ricerca pubblicata dalla rivista scientifica Jcem, Journal Of Clinical Endocrinology & Metabolism gli ftalati, sostanze utilizzate nella produzione di materie plastiche, ed i particolare Di-2-etilesilftalato, o DEHP, ed il Diclorodifenildicloroetilene, o DDE – un metabolita del ...

Leggi Articolo »

Barbonismo domestico, una ricerca su Roma

Pubblicato uno studio sul fenomeno del barbonismo domestico nell’area metropolitana di Roma E’ stato pubblicato a Roma un rapporto che approfondisce l’esperienza quinquennale maturata dalla Cooperativa Sociale Ambiente e Lavoro Onlus nell’ambito del progetto “Barbonismo domestico e anziani soli” sul fenomeno delle nuove povertà urbane. La ricerca “Uno studio sul Barbonismo domestico nell’area metropolitana di Roma” a cura di Luca di Censi, ...

Leggi Articolo »

Jointly, per un welfare aziendale condiviso

Una rete per la condivisione dei bisogni e dei servizi La recente legge di Stabilità ha detassato alcuni provvedimenti di welfare aziendale, potenziando i voucher per l’acquisto di prestazioni e servizi. Tutto questo può dare spazio ad interventi privati, che possono ridurre il peso del tradizionale Stato sociale in Italia e creare un secondo welfare parallelo. Già oggi esistono diverse soluzioni ...

Leggi Articolo »

Pronto soccorso, si cambia

(Internet)

Anziché i codici vi saranno 5 numeri, infermieri più autonomi Una piccola rivoluzione è in programma a breve nei Pronto soccorso: spariranno i quattro codici colore per l’accesso alle cure (bianco, verde, giallo e rosso) ed aumenterà il ruolo autonomo degli infermieri nei trattamenti. E’ quanto stabilito dal documento di revisione delle linee guida sul triage intraospedaliero, elaborato da un ...

Leggi Articolo »

La medicina narrativa

La scuola Holden di Torino per raccogliere l’esperienza della malattia Medicina narrativa: storie di speranza e malattia raccolte online e lette da una redazione composta da esperti di narrazione, medicina e comunicazione, appartenenti alla Scuola Holden di Torino. E’ questa la nuova edizione di “Viverla Tutta”, una campagna di comunicazione e impegno sociale promossa da Pfizer per cercare di dare ...

Leggi Articolo »

Infanzia, antibiotici inefficaci per malattie comuni

Una ricerca inglese confermerebbe la crescente inefficacia nei bambini degli antibiotici con alcune infezioni. “Basta un poco di zucchero e la pillola va giù”, così recitava la canzone che Julie Andrews, nei panni della Mary Poppins del film Disney ambientato nella Londra dell’inizio dello scorso secolo, cantava ai bambini di cui era baby sitter per convincerli a prendere le medicine. ...

Leggi Articolo »

Welfare, un sistema da riorganizzare

Confcooperative  propone di spostare la spesa dalla sanità al sociale  Una proposta interessante per riorganizzare il sistema del welfare in Italia è stata formulata di recente dalle federazioni di Confcooperative. Secondo queste basterebbe infatti spostare l’1% delle risorse dalla sanità al sociale, per offrire sul territorio una rete di servizi attraverso ambulatori specifici o a domicilio. Questo questo consentirebbe di fornire ...

Leggi Articolo »