Home » APPROFONDIMENTI » LA CASA INTELLIGENTE

LA CASA INTELLIGENTE

yetu-home-of-the-future

La tecnologia non cessa mai di evolversi, e ci pone sempre di fronte ad innovazioni che cambiano la nostra vita quotidiana. Quando faceva buio, i nostri antenati dovevano accendere lucerne, candele e fiamme, che spesso illuminavano soltanto una piccola parte delle loro abitazioni. Oggi, quando fa buio, usualmente ci alziamo ed accendiamo le luce, ma tale abitudine è destinata ad evolversi ulteriormente: visto che l’ora del tramonto è perfettamente nota, perché non delegare tale compito all’impianto elettrico stesso?

Oggetti collegati alla rete

Questo è soltanto un esempio molto semplice di come la tecnologia degli oggetti per la casa intelligente sia in continua evoluzione: essa è in procinto di raggiungere frontiere fino a pochi anni fa impensabili. Tra le novità più interessanti che sono state presentate un paio di settimane fa al CES 2014 di Las Vegas, una delle più importanti esposizioni mondiali dedicate all’elettronica di consumo, ci sono molti nuovi “oggetti intelligenti” per la casa. Con questo termine si indicano degli oggetti per la casa che sono collegati alla rete e quindi da una parte hanno accesso ad una quantità smisurata di informazioni, dall’altra possono comunicare a distanza sia con persone, sia con altri oggetti. Alcuni di questi oggetti sono anche sensibili alle condizioni dell’ambiente circostante, come la temperatura e la luminosità, e si comportano di conseguenza.

Le novità del CES 2014

Ed ecco così The Kreeker, il robottino che va in giro per la casa a proiettare sulle pareti qualsiasi cosa si desideri, oppure ChefJet, un dispositivo che confeziona dolci di zucchero e cioccolata in qualsiasi forma programmabile o disponibile in rete, oppure ancora Aura Smart Sleep, un apparecchio posizionato sotto il cuscino che tiene traccia del sonno di una persona, produce grafici e statistiche e accende gradualmente la luce quando è ora di svegliarsi. Al CES 2014 sono stati presentati anche sistemi, come quello prodotto della LC, che consentono di controllare molteplici oggetti anche da lontano: essi consentono di inviare messaggi al proprio frigorifero, forno, televisione, ecc.

Vita più semplice per i disabili

È chiaro che dal massiccio ingresso sul mercato di queste tecnologie, previsto per un tempo non tanto lontano, trarranno vantaggio in particolare i diversamente abili. Infatti chi vive una situazione di handicap, sa bene che spesso la gestione della casa è uno degli ambiti dove un disabile è maggiormente svantaggiato rispetto ad un normodotato. Dispositivi intelligenti che riordinano le stanze individuando ciascun oggetto e rimettendolo al proprio posto, che apparecchiano e sparecchiano la tavola secondo necessità, che quando piove ritirano lo stendino dal terrazzo, senza dubbio semplificheranno la vita dei disabili e ridurranno la loro necessità di essere assistiti.