Home » APPROFONDIMENTI » Enjoy, nuovo servizio di car sharing a Roma

Enjoy, nuovo servizio di car sharing a Roma

Le Fiat 500con il logo enjoy che presto circoleranno a Roma

Le Fiat 500 con il logo enjoy che presto circoleranno a Roma

Attivato, enjoy il nuovo servizio di Comune ed Eni con trecento Fiat 500

È partito a Roma enjoy, il servizio car-sharing  dell’Eni realizzato in partnership con Fiat e Trenitalia, già attivo a Milano con oltre 80 mila clienti iscritti e 500 mila noleggi nei primi cinque mesi di attività.

Enjoy si aggiunge al car-sharing “Car2go”, già attivo nella Capitale con 500 e Smart, presto anche elettriche: un servizio che in poco tempo ha fatto registrare un buon successo, con oltre 45.000 iscritti e una media di 15.000 noleggi a settimana.

Le vetture Fiat 500

Il nuovo servizio conta su oltre 300 Fiat 500 (che entro settembre diventeranno 600), omologate euro 6, con i sensori di parcheggio ed equipaggiate per trasportare in tutta comodità fino a quattro persone.

Queste potranno essere noleggiate comodamente dal proprio cellulare. Infatti Enjoy offre la possibilità, attraverso  l’app per smartphone (Android, iOS e Windows Phone) o tramite il sito internet enjoy.eni.com, di visualizzare l’auto più vicina e prenotarla.

enjoy  infatti è caratterizzato da un’iscrizione gratuita ed immediata: è possibile anche sceglierne una libera lungo la strada, ingaggiarla on line ed iniziare subito il noleggio della vettura.

Le auto hanno libero accesso in zona Ztl e possono essere rilasciate al termine dell’utilizzo (oppure anche in modalità “sosta”) in qualsiasi parcheggio consentito all’interno dell’area coperta dal servizio (che per Roma è  di circa 100 kmq): nelle strisce blu, gratuitamente, e nei 50 parcheggi Enjoy riservati.

L’impatto sul traffico

Anche i costi sono concorrenziali: 25 centesimi al minuto in movimento (per i primi 50 km, dopo i quali si applica anche il costo al km di 25 centesimi) e 10 centesimi al minuto quando si decide di lasciare l’auto noleggiata in modalità sosta.

Tale tariffa è tutto compreso, in quanto comprende anche le spese di assicurazione, manutenzione, carburante e parcheggio.

L’obiettivo del progetto è quello di ridurre il traffico e l’inquinamento a Roma tramite strumenti di mobilità condivisa:

L’incremento del  car sharing infatti, consentendo a tutti di non dover uscire di casa con la macchina, può rappresentare un passo importante verso la costruzione di una città più sostenibile, dal momento che l’area metropolitana di Roma registra oltre 700 auto ogni mille abitanti.

Sarà interessante valutare l’impatto del nuovo servizio anche nel clima attuale infuocato caratterizzato dalla scarsità di mezzi pubblici e dalle proteste dei tassisti per l’arrivo nella capitale di Uber, sistema di noleggio auto tramite smart-phone.