Home » APPROFONDIMENTI » La riabilitazione per i bambini

La riabilitazione per i bambini

(Internet)

Lokomat

Presso le sedi del Bambino Gesù usati dispositivi ad alta tecnologia

In Italia sono molti i bambini con patologie neurologiche disabilitanti, come la paralisi cerebrale infantile, i traumi, le lesioni spinali, i tumori cerebrali e le patologie neuromuscolari, che richiedono programmi di riabilitazione intensiva specializzata.

Questo avviene negli ospedali pediatrici del Bambino Gesù con dispositivi ad alta tecnologia. Abbiamo già parlato del robot Lokomat, recentemente presentato alla sede di Santa Marinella (Vedi articolo).

I dispositivi robotici

Ma esistono altri robot delMARLab (Laboratorio Analisi del Movimento e Robotica) di Palidoro cheaiutano a camminarei bambini con problemi motori, rendendoli nuovamente autonomi, sia nella deambulazione che nell’uso delle scale.

Tramite un approccio simile a un videogame, aumentano la motivazione nei piccoli pazienti e permettono il recupero funzionale degli arti, grazie all’interattività e all’intensità del trattamento.

Oggi nel MARLab vengono utilizzati dispositivi robotici di ultima generazione:

Il ReWalk è un esoscheletro pediatrico per la riabilitazione con supporto completo ed un insieme di sensori e un sistema di controllo computerizzato (Vedi Sociale.it).

E’  stato adattato per la prima volta al mondo per l’uso pediatrico dall’Ospedale Bambino Gesù di Santa Marinella, in collaborazione con ARGO Medical Technologies di Haifa.

[jwplayer mediaid=”4390″]

L’Anklebot, è un robot utilizzato per riabilitare il movimento delle caviglie di bambini tra i 5 e gli 8 anni affetti da paralisi cerebrale infantile, realizzato dal Bambino Gesù in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma e il MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston.

Il WAKE-UP (Wearable Ankle Knee Exoskeleton) è il prototipo sviluppato in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aeronautica dell’Università La Sapienza di Roma, per il recupero del cammino in bambini con danni neurologici causati da ictus o da paralisi cerebrale.

Presso la sede di Palidoro viene utilizzata anche una particolare pedana mobile, la piattaforma RotoBit, per la riabilitazione al cammino e alla posizione eretta.

Le ultime novità

Per riabilitare la mobilità degli arti superiori, si ricorre invece al robot IMT2 , che con l’uso delle pedane rieduca il bambino a camminare correttamente anche attraverso l’applicazione di una serie di sensori collegato computer.

Infine, è stato realizzato un nuovo dispositivo robotico pediatrico  per  le specifiche esigenze dei più piccoli. Verrà presentato nel corso della prima Conferenza mondiale sull’analisi del movimento che si terrà a Roma dal 29 settembre al 4 ottobre 2014 presso il Centro Congressi Angelicum, Pontificia Università San Tommaso D’Aquino – Largo Angelicum, 1.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti www.ospedalebambinogesu.it/