Home » APPROFONDIMENTI » Uno schermo per leggere senza occhiali

Uno schermo per leggere senza occhiali

(Internet)

Un nuovo software potrà compensare i difetti di vista dell’utente

Per leggere meglio lo schermo del computer o del telefonino, anziché mettere gli occhiali, sarà possibile correggere lo schermo stesso.

Questa è l’idea progettata da un gruppo di ricercatori del Mit (Massachusetts Institute of Technology) e dell’ Università di Berkeley, che hanno sviluppato uno schermo per dispositivi elettronici che si adatta ai deficit visivi, attraverso un software adeguato.

Il nuovo schermo cerca di riportare un’immagine alla corretta distanza focale, che verrebbe percepita come sfocata da un occhio sano.

Correzione dei difetti di vista

Il meccanismo è simile a quello che permette la visione di film in 3D, dove vengono proiettate due immagini leggermente differenti e sfasate per ciascuno dei due occhi.

La correzione dei difetti di vista viene effettuata in maniera simile, producendo immagini distinte e non allineate per le diverse parti della pupilla.

Per fare ciò vengono utilizzati un hardware 3D (un filtro per la luce collocato davanti a un display LCD) e un algoritmo che altera le immagini, personalizzabile in base ai deficit visivi.

L’algoritmo modifica la luminosità di ogni pixel, così che la luce prodotta raggiunga la retina creando a sua volta un’immagine nitida per l’occhio umano.

Le immagini da riprodurre sullo schermo sono gestite e calcolate a seconda del difetto di vista dell’utente tramite un programma dedicato.

Le applicazioni commerciali

Nel prototipo realizzato dai ricercatori lo schermo è ricoperto da una sottile maschera con una finissima matrice di fori, con cui ogni parte dell’occhio vede i pixel dell’immagine che le è destinata.

Nella futura versione commerciale molto probabilmente questa maschera sarà eliminata e sostituita dalla sovrapposizione di sottili schermi a cristalli liquidi.

Inoltre potrà essere incluso un programma in grado di misurare i difetti di vista dell’utente e impostare di conseguenza le correzioni da apportare allo schermo.

Il sistema è ancora in fase di messa a punto,  ma potrà migliorare sensibilmente la qualità della vita per persone con deficit visivi, consentendo di eliminare occhiali o lenti a contatto per guardare la tv e leggere su computer o altre forme di display digitali.

Questa tecnologia potrà essere applicata a telefoni cellulari, palmari, tablet e computer, nonché a dispositivi Gps da usare in auto.