Home » NEWS » La salute in bocca: tre giorni di prevenzione

La salute in bocca: tre giorni di prevenzione

mi1_1061

Il Comitato Open Day “La Salute in Bocca” ha organizzato, con il patrocinio del Ministero della Salute, tre giornate di prevenzione e informazione sulla salute del cavo orale e sulle possibili patologie ad esso collegate.

Vi saranno visite specialistiche gratuite in tutto il territorio nazionale dal malato cronico alla prevenzione dei tumori della bocca, presso tutte le Strutture sanitarie Pubbliche aderenti.

L’iniziativa si svolgerà nelle giornate del 13- 14 e 15 novembre 2014, nelle quali i cittadini potranno accedere, per le visite, alle strutture ospedaliere e territoriali senza alcuna prescrizione né ticket.

Le persone con disabilità

Le Associazioni delle persone con disabilità aderiscono all’iniziativa del Comitato per instaurare un rapporto di collaborazione finalizzato a migliorare, nello specifico, la salute delle persone disabili, per favorire il controllo odontoiatrico delle persone disabili, l’alimentazione e salute della bocca, i progetti di ricerca, sollecitare la costituzione di una rete territoriale di ambulatori.

Le persone con disabilità il 14 novembre alle 10.30 si sono date appuntamento presso l’Ospedale George Eastman di Roma per dare visibilità all’iniziativa resa possibile grazie all’assenza di barriere architettoniche e alla sensibilità del Prof. Francesco Riva – Direttore di chirurgia odontostomatologica dell’Ospedale George Eastman fondatore del comitato.

L’iniziativa ha ricevuto le prime adesioni tra cui: La UILDM Lazio Onlus, Anglat, Aisa Lazio, la Fondazione Santa Lucia, Ylenia e gli amici speciali e Mille Bambini a Via Margutta.

Anche la Consulta Handicap

Vi sono adesioni anche di carattere istituzionale: la Consulta per il superamento dell’handicap del Municipio II di Roma, insieme alle altre associazioni, nella giornata del 14 novembre firmeranno il protocollo d’intesa con il comitato per favorire la prevenzione orale dei cittadini con disabilità del territorio.

“Con questo protocollo vogliamo promuovere la salute nel senso più ampio del termine, convinti che l’utenza fragile e le famiglie del territorio grazie a questa iniziativa avranno dei benefici in termini economici e di qualità della vita.

L’accordo ha durata triennale a decorrere dal 14 novembre 2014 e sarà tacitamente rinnovato di anno in anno qualora non pervenga entro sei mesi dalla scadenza disdetta di una delle parti, una collaborazione duratura non un spot”