Home » APPROFONDIMENTI » Europe Without Barriers, il turismo per tutti

Europe Without Barriers, il turismo per tutti

Europe Without Barrieres

Un progetto per realizzare itinerari accessibili in Europa

Europe Without Barriers è un progetto che intende eliminare le diverse barriere in Europa per un turismo accessibile a tutti. 

Partito da pochi giorni, è legato al bando ”Design, Implementation, Promotion and Marketing of Accessible Tourism Itineraries” promosso dalla Direzione Generale Impresa e Industria della Commissione europea.

Il coordinamento è di Sm Italia, società consortile istituita da Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla Onlus) e Fism (Fondazione Italiana Sclerosi Multipla).

Queste lavoreranno insieme ad altri cinque partner italiani e stranieri, ovvero l’ENAT (European Network for Accessible Tourism, Belgio), Accessible Poland Tour (Polonia), ChrisTravel (Danimarca), la Cooperativa Sociale Centro Servizi Foligno (Perugia) e il Comune di Riccia (Campobasso).

Vi sarà anche il patrocinio da parte del Comune di Lucignano (Arezzo).

Percorsi per tutti

Il progetto nasce per avviare e agevolare la creazione di itinerari turistici accessibili a tutti, fare cultura presso istituzioni, enti e operatori per evidenziare opportunità e potenzialità del settore.

L’obiettivo è quello di estendere il concetto di accessibilità a quanti hanno delle esigenze speciali.

Tra queste  le persone non vedenti, audiolese, persone con disabilità psicologica o intellettiva, persone con esigenze alimentari particolari, persone obese, anziani, senza trascurare donne in gravidanza e genitori che con passeggino e carrozzina non possono utilizzare liberamente gli spazi pubblici.

Pacchetti in Europa

Il compito di Europe Without Barriers sarà quello di realizzare fino al 2016 percorsi e pacchetti turistici accessibili nella propria realtà e di creare un modello che potrà essere riprodotto su qualsiasi territorio in Italia e in Europa.

Saranno realizzati anche itinerari internazionali aperti a tutti, attraverso cinque Paesi dell’Unione Europea (Austria, Croazia, Germania, Italia e Slovenia).

Sono previsti inoltre due eventi informativi e formativi sui temi del turismo accessibile, che si svolgeranno in Toscana e nel Molise e saranno rivolti a enti locali ed operatori del settore.