MakeSense arriva anche in Italia

(Internet)
MakeSense Community

Community di imprenditori sociali per risolvere le sfide globali

MakeSense è un movimento globale open source di persone appassionate di impresa sociale e innovazione che dedicano il loro tempo e le loro competenze per risolvere sfide concrete nelle società di tutto il mondo.

Nato a Parigi nel 2010, si è sviluppata a Berlino e a Londra nel 2011 per creare innovazione nella communities locali ed espandere la conoscenza in altre città, per una community a livello europeo.

MakeSense nel mondo

In soli tre anni, MakeSense ha mobilitato più di 15.000 persone in più di 600 workshop con cui ha aiutato a crescere e svilupparsi circa 450 imprese sociali in 86 città del mondo.

Il project manager organizza i principali eventi, come gli hold-up, workshop creativi che mobilitano i partecipanti per risolvere le sfide degli imprenditori sociali.

3 dicembre 2022, Giornata Internazionale delle Nazioni Unite dei diritti delle persone con disabilità: a Grottaferrata il convegno 'Lazio, Turismo per Tutti - Senza Barriere: verso una Mappa dei percorsi accessibili' clicca sul banner per scoprire di più!

[jwplayer mediaid=”8160″]

Tra queste I Wheel Share Challenge, un’applicazione sviluppata in Francia per permettere alle persone con disabilità o con la carrozzina di geolocalizzare le proprie esperienze di vita e di condividerle per spostarsi liberamente.

Una spinta iniziale per lasciare sviluppare tutta la comunità stessa, facendo sentire le persone motivate e coinvolte di un network globale e interattivo, con una leadership orizzontale.

Lo sviluppo in Italia

Alberto Campora, business developer di MakeSense, sta cercando di espandere la community anche in Italia organizzando diversi  social business, come i i programmi di mobilitazione nelle università e nelle imprese ed il programma di accelerazione di start up innovative ad impatto sociale, SenseCube, realizzato in collaborazione con l’ Impact Hub di Trieste.

Nell’ambito del progetto “This Works! Idee e soluzioni per l’occupazione e la ripresa in Europa Meridionale”, lanciato da Ashoka nel 2014, la Link Campus University di Roma ha cominciato una prima fase di consulenza in merito.

Il movimento si è così sviluppato a Milano, Bologna, Torino e Roma, aumentando la conoscenza globale di MakeSense.

Vi sono stati il SenseDrink del 13 novembre e l’hold-up training del 17 a Roma, il 3 dicembre a Bologna l’evento #Socent Enablers In Italy, From Europe: Come portare in Italia i network globali sull’impresa sociale, insieme ai promotori di MakeSense.