Home » APPROFONDIMENTI » Cooperative sociali ed inserimento lavorativo, le linee guida

Cooperative sociali ed inserimento lavorativo, le linee guida

(Internet)

Alleanza delle Cooperative Italiane

Un libro sugli appalti promosso dall’ Alleanza delle cooperative sociali 

E’ uscito il libro promosso dall’ Alleanza delle cooperative sociali italiane, “Cooperative sociali e inserimento lavorativo di persone svantaggiate: linee guida e strumenti”.

Il testo, aggiornato alla Legge di Stabilità 2015, è pubblicato da Maggioli editore ed è curato da Pietro Moro, Luigi Gili, Luciano Gallo e Aldo Coppetti.

Il volume vuole fornire indicazioni, strumenti, e documentazione utili  per i cooperatori sociali, gli amministratori locali e i funzionari delle pubbliche amministrazioni.

La legislazione

Le cooperative sociali italiane per inserimento lavorativo infatti, disciplinate dalla legge n. 381/1991, rappresentano un modello innovativo e diffuso per l’inclusione sociale, dando occupazione ad oltre 35 lavoratori svantaggiati o disabili.

Si tratta di norme innovative che conferiscono alle imprese sociali il ruolo fondamentale per l’ inserimento lavorativo delle fasce deboli escluse del mercato del lavoro.

In linea con le nuove direttive europee n. 2014/23/UE e n. 2014/24/UE in materia di appalti pubblici e concessioni, che  nella strategia “Europa 2020” promuovono un uso strategico degli appalti pubblici, finalizzato a perseguire gli obiettivi strategici di una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva.

Le linee guida per le cooperative sociali

L’ Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici (ora ANAC) ha predisposto le “Linee guida per gli affidamenti a cooperative sociali ai sensi dell’art. 5, comma 1, della legge n. 381/1991” spiegando le opportunità offerte dalla normativa comunitaria e nazionale in vigore in relazione all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Le Linee guida mirano a chiarire tutti gli aspetti della disciplina sulle convenzioni dirette alle cooperative sociali e sulle clausole sociali, raccordando l’interpretazione con le norme generali in tema di affidamenti e, al contempo, dando indicazioni operative per l’applicazione degli istituti nel campo degli affidamenti.

Nel documento sono descritte le modalità per identificare le esigenze e programmare le procedure di aggiudicazione e come affrontare gli aspetti sociali nelle diverse fasi della procedura di affidamento (caratteristiche e criteri di selezione, aggiudicazione degli appalti, monitoraggio e verifica successiva dei risultati).

Il volume vuole dare chiare indicazioni applicative, con strumenti e documentazione aggiornati, ed essere d’ausilio ai cooperatori sociali, agli amministratori locali e ai funzionari delle pubbliche amministrazioni.

Per informazioni e richieste vedere questo sito