Home » APPROFONDIMENTI » Occasioni per una cultura accessibile

Occasioni per una cultura accessibile

(Internet)

Fondazione Lia

Anche quest’anno iniziative per favorire l’inclusione dei non vedenti

ACT – ACcessible Theatre è un laboratorio rivolto a persone con disabilità visiva, che unisce teatro, lettura e tecnologie, per rafforzare l’inclusione, muovendo le persone verso la cultura accessibile.

Organizzato dalla Fondazione LIA (Libri Italiani Accessibili), organizzazione non profit che promuove il libro e la lettura in tutte le sue forme, tradizionali e digitali,  in collaborazione con la Fondazione TPE (Teatro Piemonte Europa) e il sostegno della Fondazione CRT (Cassa di Risparmio di Torino).

Il progetto è partito nell’aprile scorso a Torino dello spettacolo intitolato Io provo a volare!, omaggio a Domenico Modugno scritto e interpretato dal non vedente Gianfranco Berardi.

4LIA (Formazione LIA)

Tra settembre e ottobre prenderanno il via gli incontri per formare le persone con disabilità visiva all’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie e dei formati disponibili, con donazioni che contribuiscano a scrivere una pagina di un e-book LIA.

Già da settimane è in corso un’altra iniziativa della Fondazione, 4LIA (Formazione LIA), progetto di informazione e formazione alla lettura digitale accessibile, rivolto anch’esso a persone non vedenti e ipovedenti e articolato su incontri di formazione  alle nuove tecnologie.

Grazie al finanziamento di Intesa San Paolo, il progetto è sbarcato all’ Istituto dei Ciechi Cavazza di Bologna, alla sede della Fondazione LIA a Milano, e all’ IRIFOR (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) di Roma.

Biennale Arteinsieme 2015

(Internet)

ArteInsieme

La Biennale Arteinsieme 2015 – Cultura e culture senza barriere è una manifestazione promossa da TACTUS (Centro per le Arti Contemporanee, la Multisensorialità e l’Interculturalità del Museo Tattile Statale Omero di Ancona), coinvolgendo numerosi musei italiani con una serie di iniziative in favore dell’accessibilità alle persone cieche e ipovedenti.

Queste ultime, infatti, potranno sperimentare al tatto alcune opere riprodotte su tavole in rilievo ed in in più strati, esplorabili con l’aiuto di guide specializzate, ascoltando letture e musiche che introducono il contesto delle opere stesse.

Al Museo Carlo Bilotti di Roma (Aranciera di Villa Borghese), grazie all’ Associazione Museum, saranno disponibili in versione tattile quattro opere di Giorgio De Chirico (Orfeo solitarioMistero e malinconia di una stradaL’archeologo e Oreste e Pilade).

Tutte le informazioni sono disponibili nel sito della Biennale Arteinsieme 2015.