Home » APPROFONDIMENTI » Quali spiagge sono accessibili?

Quali spiagge sono accessibili?

(Internet)

Stabilimento a San Vito Lo Capo

I requisiti degli stabilimenti attrezzati per le persone con disabilità

Trovare in Italia spiagge e strutture balneari realmente accessibili, senza barriere fisiche o scomodità insostenibili, è piuttosto complicato.

Spesso infatti i gestori pensano che l’ accessibilità di un lido possa essere risolta con una passerella che colleghi lo stabilimento alla spiaggia ed al bagnasciuga.

Ma in realtà la questione è molto più complessa e non riguarda solo le persone su carrozzina, ma un discorso globale di accoglienza per tutti.

I servizi fondamentali

Laboratoriosipuò, Laboratorio Nazionale Turismo Accessibile creato da Cerpa Onlus ed altri professionisti e imprenditori privati, ha tracciato una serie di linee guida di accessibilità che uno stabilimento dovrebbe rispettare.

I requisiti fondamentali sono la presenza di un parcheggio adiacente allo stabilimento balneare, un percorso pedonale adeguato e riconoscibile anche per i non vedenti, comodo accesso alla reception e al bar di spiaggia, l’ accesso ad ombrelloni e lettini mediante adeguata passerella, servizi igienici, spogliatoi e doccia adeguati.

In base alla Legge 9 gennaio 1989 e alla relativa Circolare n.259 del 23 gennaio 1990 per l’applicazione agli stabilimenti balneari, la mancanza di uno dei requisiti indispensabili rendono gli stabilimenti balneari non accessibili.

Requisiti per l’ accoglienza

Ma vi sono anche requisiti ottimali per l’ accoglienza, come la presenza di un parcheggio riservato in prossimità dell’accesso allo stabilimento, la possibilità di scegliere una postazione attrezzata sulla spiaggia, presenza di sedie da mare ed ausili che consentano di entrare e uscire dall’acqua, presenza di giochi utilizzabili da bambini con disabilità, sistema di guida e orientamenti specifici per le diverse esigenze, spiagge attrezzate per gli autistici.

A questo vanno aggiunti una chiara ed esatta informazione sui servizi esistenti, una manutenzione costante delle infrastrutture ed il supporto da parte di personale qualificato e formato adeguatamente.

Esistono diverse fonti, on line o cartacee, che segnalano tutti gli stabilimenti balneari dotati di servizi minimi per disabili, come le Schede di Superabile.it e lo Speciale spiagge accessibili di Disabili.com.