Home » APPROFONDIMENTI » Ad Expo il supermercato del futuro

Ad Expo il supermercato del futuro

(Internet)

Il supermercato del futuro

Nel Future Food District si esplorano le nuove possibilità per la spesa

Il Future Food District è un’ area supermercato ed esposizione innovativa sul cibo, presente nell’ambito di Expo Milano 2015.

Posto nel Padiglione del Cibo del Futuro nel cuore del sito espositivo, uno spazio nato dalla collaborazione tra Coop, Accenture, il MIT Senseable City Lab di Boston e lo studio di design Carlo Ratti Associati.

Si compone di un padiglione di 2.500 metri quadri (supermercato) e di una piazza pubblica di 4.500 metri quadri su cui insiste un’altra struttura (Exhibition Area).

Il supermercato sperimentale

Attraversando i diversi ambienti, i visitatori possono esplorare un supermercato sperimentale, capace di generare nuove interazioni tra consumatori, prodotti e produttori ed una catena alimentare più etica e trasparente.

I prodotti sono esposti su ampi tavoli interattivi, sfiorandoli con la mano si possono ottenere informazioni aumentate sulle sue proprietà, storia, tragitto e consumo di CO2 dalle origini all’utente finale, grazie a oltre 200 sensori capaci di visualizzarle su un monitor.

Un’applicazione mobile può offrire suggerimenti sui prodotti più adatti a ogni cliente, segnalando sullo smartphone i prodotti in linea con il proprio stile di vita e la loro esatta localizzazione.

[jwplayer mediaid=”10490″]

Vi è anche la possibilità di farsi consegnare a casa, attraverso un drone, la spesa effettuata attraverso lo smartphone nel negozio virtuale.

La cucina del futuro

Nella cucina del futuro, situata accanto al supermercato, si può provare un’esperienza di e-commerce immersivo: basta infilare il visore Oculus Rift per trovarsi catapultati in diversi scenari naturali all’interno dei quali trovare i prodotti alimentari che vi hanno origine.

Ma con Accenture si può visitare anche la cucina connessa, con tutti i confort e gli aiuti provenienti da innovative soluzioni tecnologiche.

Attraverso lo smartphone e una applicazione di realtà aumentata, si dialoga con i dispositivi intelligenti per verificare cosa vi è da acquistare e si possono esplorare sul ricettario digitale le ricette selezionate, con i passaggi e commenti per poterle realizzare.

Infine,  nella Exhibition Area ci saranno prototipi e  installazioni per informare su nuove opzioni di produzione, distribuzione e imballaggio ed esplorare alcune tecnologie innovative in materia di agricoltura urbana e produzione di cibo e energia.

Tra queste la Vertical Farm realizzata sulla base di un progetto ENEA, in grado di produrre per i sei mesi di Expo diversi tipi di ortaggi e di alghe, offrendo la possibilità di assaggi sostenibili.