Home » APPROFONDIMENTI » Carrozzina Genny, la sicurezza al primo posto

Carrozzina Genny, la sicurezza al primo posto

Una "marcia" di carrozzine Genny

Una “marcia” di carrozzine Genny

Genny, la carrozzina che si guida senza mani, è anche una carrozzina sicura, con la quale ci si può muovere sulle superfici più svariate senza correre nessun rischio. In quest’articolo di alcuni mesi fa, avevamo parlato ampiamente della rivoluzionaria invenzione che Paolo Badano, disabile di Savona, aveva realizzato per facilitare la vita quotidiana a se stesso e alle altre persone in carrozzina. Adesso questa invenzione ha ottenuto un’importante certificazione di sicurezza da parte di TÜV Rheinland Italia, un’azienda leader nel settore della certificazione.

Accurate verifiche

Tale certificazione è stata ottenuta al termine di un complesso iter che, ad un’approfondita analisi dei rischi meccanici, chimici, elettrici del dispositivo, ha fatto seguire accurate verifiche finalizzate ad accertare che, per ciascun rischio, vi sia un’opportuna contromisura. L’Ing. Bruno Pellero di Genny Mobility, che ha seguito tutto l’iter di certificazione, ha dichiarato con entusiasmo alla stampa: “Una grande soddisfazione per tutti noi è stato scoprire che Genny è risultata già compliant alle normative per la sicurezza“. 

Perchè Genny è un mezzo sicuro 

Ma vediamo quali sono le caratteristiche e le funzionalità di Genny che permettono ai suoi utenti di viaggiare in tutta sicurezza: ci rifacciamo alle informazioni contenute nel sito di Genny Mobility. Prima di tutto, i due piedini stabilizzano la carrozzina e rendono gli spostamenti più sicuri. Sotto il sedile, c’è un sensore che rileva la presenza dell’utente a bordo. Da una parte evita pericolose attivazioni involontarie della carrozzina quando l’utente non vi è seduto, dall’altra garantisce il suo spegnimento una volta scesi. Nel caso sia necessario scendere rapidamente dalla carrozzina, ribaltando le maniglie laterali si innesca il meccanismo di discesa dei piedi di sostegno. Il mezzo è premunito anche verso un possibile guasto di un suo componente elettronico: in tal caso, c’è un segway di riserva che garantisce una fermata istantanea e sicura. Genny si muove benissimo anche sulle superfici più ostiche, come sabbia, neve e strade dissestate: su scenari simili, il raggiungimento di elevati standard di sicurezza appare ancora più notevole.
Paolo Badano che gioca a tennis sulla spiaggia: lasciando libere le mani, la carrozzina Genny consente ai disabili di praticare svariati sport

Paolo Badano che gioca a tennis sulla spiaggia: lasciando libere le mani, la carrozzina Genny consente ai disabili di praticare svariati sport

La soddisfazione di Paolo Badano

Insomma, la carrozzina Genny è in grado di gestire ogni evenienza ed ogni rischio, e la certificazione della TÜV Rheinland ottenuta è ampiamente meritata. Il già citato Paolo Badano, il suo inventore, è estremamente soddisfatto e, nel comunicato stampa diffuso da Genny Mobility, dichiara: “Genny rappresenta un’innovazione tecnologica a livello mondiale nel settore degli ausili per persone con ridotta mobilità da troppo tempo rimasto fermo, ma la parola innovazione per quanto ci riguarda da sola non basta.Da sempre viaggia di pari passo con la sicurezza: si tratta per noi di una priorità oltre che di un obiettivo aziendale. Perciò siamo estremamente soddisfatti di aver ottenuto la certificazione TÜV Rheinland: una conferma alla nostra indole progettuale che non lascia nulla al caso e una certezza per tutti coloro che usano e utilizzeranno Genny”.