Home » APPROFONDIMENTI » “Grazie del pensiero”, l’iniziativa romana che tenta di smuovere le coscienze

“Grazie del pensiero”, l’iniziativa romana che tenta di smuovere le coscienze

Parcheggi abusivi sui posti dei disabili

Parcheggi abusivi sui posti dei disabili

La “multa morale” per chi parcheggia abusivamente sul posto disabili.

Ormai prossimi al d-day, che decreterà l’inizio del Giubileo, Roma combatte sempre di più con le inefficienze della mobilità.

Ma il problema della mobilità a Roma non è solo quello che riguarda il trasporto pubblico, ma anche quello privato. Nasce così la campagna “ Grazie del pensiero” promossa dalla pagina Facebook Romanderground.

Tutti gli automobilisti che lasciano la macchina nei parcheggi riservati ai disabili, o davanti alle rampe predisposte, troveranno sul tergicristallo della propria auto un volantino con scritto “Grazie per il pensiero”.

Roma. Campagna per i parcheggi riservati

Roma. Campagna per i parcheggi riservati

Il post pubblicato su Facebook recita:

“Iniziata la campagna “Grazie per il pensiero!”, dedicata a chi parcheggia davanti alle rampe per disabili o ostruisce il passaggio delle carrozzelle in altri punti. Io e un mio amico accompagniamo una signora disabile diverse volte a settimana, l’idea è nata da lei, inizialmente lasciava sul vetro anteriore, sotto il tergicristalli, un foglietto con scritto “ti regalerei volentieri la mia disabilità”, poi mi son deciso a prepararle dei volantini da lasciare sulle auto.

Lasciare l’auto nei parcheggi riservati o davanti alle rampe è un gesto che può sembrare normale o banale ma che comporta enormi difficoltà per chi è disabile.

Iniziative del genere hanno preso piede in passato anche in altre città. Per esempio qualche anno fa a Trieste furono stampati 25mila volantini da lasciare sulle automobili parcheggiate abusivamente negli spazi riservati ai disabili. Il parcheggio  per un disabile è sinonimo di autonomia e di libertà. Per questo, “Vuoi il mio posto? Prenditi il mio handicap!”. Una campagna di sensibilizzazione, che vuole essere anche una forte provocazione agli automobilisti indisciplinati.

 

campagna per i parcheggi riservati

TRIESTE 2008 . Campagna per i parcheggi riservati

Il  Comune di Montichiari (BS)  ha patrocinato qualche anno fa un’altra campagna, tramite l’affissione di manifesti : “ Sei proprio sicuro di poter parcheggiare qui? Ci dispiace, ma la ‘diversità di educazione’ non sono ancora considerate disabilità”.

Montechiavari. Campagna per i parcheggi riservat

Montechiavari. Campagna per i parcheggi riservat

“Almeno questo lasciamelo!” è invece, lo slogan della campagna di sensibilizzazione per la tutela del posto auto riservato ai disabili promosso dall’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili di Crotone in collaborazione con l’amministrazione comunale.

Crotone. Campagna per i parcheggi riservat

Crotone. Campagna per i parcheggi riservati

 

Campagne di sensibilizzazione che applicano ed hanno applicato una “multa morale”. La multa è “morale”, perché non implica il pagamento di una sanzione, ma semplicemente vuole invitare alla riflessione.