Home » LAVORO » Calabria, la ripartenza di GOEL Bio

Calabria, la ripartenza di GOEL Bio

(Internet)

GOEL Bio, la ripartenza

Dopo l’attentato subito ad ottobre dalla criminalità organizzata

GOEL Bio, la cooperativa sociale agrituristica e biologica del Consorzio sociale GOEL (Reggio Calabria e Locride) ha ripreso ogni attività dopo che un ennesimo attentato da parte della criminalità organizzata aveva portato alla distruzione delle attrezzature per la raccolta delle arance.

Invece la cooperativa vuole continuare ad operare per la legalità e lo sviluppo, in sinergia con le istituzioni e la società civile, per difendere le opere della cooperazione sociale nel territorio.

La campagna di raccolta fondi sul web #ripartiamo e rilanciamo ha consentito, in pochissimo tempo, di recuperare il necessario per riparare i danni e ripartire.

La Festa della Ripartenza

Si è svolta sabato 19 Dicembre a Monesterace Marina, nell’azienda “A Lanterna” di GOEL Bio, la Festa della Ripartenza, un evento per celebrare la rinascita dell’azienda agrituristica biologica e condividere la gioia della rinascita e i simboli della legalità ripristinata, con la partecipazione di personalità istituzionali e religiose.

Tra queste il presidente di Federsolidarietà Confcooperative Giuseppe Guerini, il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti e il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, il Viceministro all’Interno Filippo Bubbico, il Procuratore Aggiunto presso la Procura di Reggio Calabria Nicola Gratteri, il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, il Vescovo di Locri-Gerace Monsignor Francesco Oliva, il presidente della Fondazione con il Sud Carlo Borgomeo, il presidente di Slow Food Italia Gaetano Pascale, i dirigenti di Libera e tutti i rappresentanti locali della cooperazione e dell’associazionismo.

La raccolta fondi on line

Ha fatto poi seguito un ricco programma di gruppi musicali, installazione di opere d’arte, teatro popolare, degustazione di prodotti biologici e ricette dell’azienda agricola di GOEL Bio.

Hanno voluto tutti insieme omaggiare la voglia di riscatto della comunità locale contro agli attacchi mafiosi e la sua capacità di creare opportunità concrete per le persone, a cominciare da quelle più fragili.

La raccolta fondi per la riparazione dei danni subiti continua in ogni caso sul sito di GOEL, con criteri di trasparenza e la stima analitica dei danni subiti dall’azienda “A Lanterna”, ogni versamento verrà reso pubblico sul sito.