Home » DIRITTI » Profit e non profit uniti dal social procurement

Profit e non profit uniti dal social procurement

(Locandina)

Profit e non profit uniti dal social procurement

Presentata un’indagine sugli affidamenti alle imprese sociali

Verrà presentata  il 10 febbraio alle ore 17 all’ Hotel Principe di Savoia a Milano la prima indagine sul social procurement, ossia il fenomeno dell’affidamento a cooperative ed imprese sociali per la fornitura di beni e servizi.

Un fenomeno in crescita in Italia, dal momento che quasi 9 aziende profit su 10 (l’88,1%) si dichiarano disponibili a valutare offerte di prodotti e servizi nell’ambito del non profit, come emerso nell’ indagine condotta in Italia da Right Hubla piattaforma per sostenere l’Economia Sociale, e da Isnet, associazione per lo sviluppo delle imprese sociali.

In crescita in Italia

In Italia si registrano già diverse esperienze di social procurement, con la prospettiva di una maggiore disponibilità ad intensificare il rapporto in un’ottica di partnership.

Infatti per le organizzazioni del Terzo settore è uno stimolo a sviluppare competenze manageriali e operative in termini di efficienza e professionalità per trovare nuove occasioni di business.

Mentre per il settore profit è un’opportunità di imparare a conoscere un mondo spesso inesplorato, che è invece capace di offrire prodotti e servizi di qualità coniugando la dimensione economica con quella sociale.

Rappresentanti del profit e del non profit

All’incontro del 10 febbraio a Milano si discuterà del social procurement con alcune grandi aziende (Ikea Italia, AirPlus International) che hanno sviluppato significative esperienze di collaborazione con imprese e cooperative sociali.

Vi saranno anche autorevoli rappresentanti del mondo dell’economia sociale in Italia come Giuseppe Guerini, portavoce dell’Alleanza delle Imprese Sociali, Luca Guazzabocca manager di Right Hub, Laura Buongiovanni presidente di Isnet.

Viene richiesta la prenotazione sulla pagina dedicata , ma per tutti coloro che non troveranno il posto o non potranno essere presenti è stata organizzata in diretta la twitter cronaca dell’evento (@right_hub‪,  #‎socialprocurement‬ ) a cura del giornalista Andrea Di Turi.

Inoltre l’indagine ed il resoconto dell’ incontro saranno pubblicati dal giorno successivo sul sito web di Right Hub