Home » APPROFONDIMENTI » Una proposta di legge contro le false cooperative

Una proposta di legge contro le false cooperative

(Internet)

Stop false cooperative

Le aziende non in regola verranno cancellate dall’albo nazionale

Da mesi si sta portando avanti la campagna Stop alle false cooperative, che cercano di condizionare il mercato con offerte al ribasso ed evasioni contributive.

In particolare, l’ Alleanza delle Cooperative italiane ha raccolto 100 mila firme contro questo fenomeno, per poter presentare una proposta di legge di iniziativa popolare

E da poco è stato presentato al Senato un Disegno di Legge “Disposizioni contro le false cooperative”, sottoscritto da altri 34 parlamentari di Pd, Ala, Ap, Autonomie e misto, di fatto identico a quello di iniziativa popolare.

La Proposta di legge

Il Disegno di Legge

Il Disegno introduce la sanzione della cancellazione dall’albo nazionale degli enti cooperativi, per quelle imprese che non si sottopongono alle revisioni e ispezioni previste dal Decreto legislativo 2 agosto 2002, n. 220, che regola il settore.

Fanno eccezione le cooperative già sottoposte a gestione commissariale o a provvedimento di scioglimento, e le banche di credito cooperativo, disciplinate da altre norme.

Inoltre prevede la definizione di un programma di revisioni per quelle cooperative che non siano state sottoposte da lungo tempo alle revisioni o alle ispezioni e per quelle appartenenti ai settori più a rischio;

Poi la tempestiva comunicazione dello scioglimento delle cooperative all’ Agenzia delle Entrate per contrastare il fenomeno di cooperative che nascono e cessano l’attività nel giro di pochi mesi accumulando debiti nei confronti dell’erario;

E infine la creazione di una cabina di regia al ministero dello Sviluppo economico che coordini i soggetti chiamati a vigilare sulle cooperative, attraverso intese con consentano di coordinare revisori provenienti anche da altre amministrazioni.

Per una cooperazione onesta

Il senatore Massimo Caleo, si augura che venga presto calendarizzato per un primo passaggio nelle Commissioni e il successivo approdo in Aula affinché possa diventare legge entro tempo brevi.

Con la speranza di riuscire a combattere con efficacia il mondo delle false cooperative,  che inquina il mercato e minaccia l’immagine e il futuro delle aziende sane, come si è visto in questi mesi, e sottrae alla comunità risorse per oltre 800 milioni di euro in un anno.

Si tratta di una battaglia per la difesa dell’occupazione e della buona economia, ma l’Alleanza sta lavorando anche  per il Protocollo di legalità e per contrastare il fenomeno del massimo ribasso.