Home » APPROFONDIMENTI » Da Lonely Planet, travel for all: for free

Da Lonely Planet, travel for all: for free

La popolare guida turistica per giramondo ha un occhio per il turismo per tutti

La guida turistica per giramondo ha un occhio per il turismo per tutti

La popolare casa editrice australiana di guide turistiche alternative ha sempre puntato sul turismo per tutti

“Alla Lonely Planet crediamo che il viaggio sia per tutti, senza distinzione per le abilità o le limitazioni che ciascuno ha. Sappiamo poi che per molti che hanno problemi di accessibilità o una disabilità la prima barriera per viaggiare è l’assenza di informazioni sul viaggiare accessibile combinata con al paura dell’ignoto”.

Questa è la premessa con cui la casa editrice australiana Lonely Planet c’introduce al suo punto di vista sul turismo accessibile o, come lei lo definisce, il viaggio per tutti. Un po’ di paura a viaggiare del resto l’hanno tutti, infatti, ma per le persone con disabilità ci sono spesso ostacoli molto più concreti da affrontare prima e durante il viaggio. Quindi non c’è da sorprendersi se Lonely Planet, coerentemente con il suo approccio molto pratico al turismo che fatto il suo successo, abbia raccolto, in una guida Pdf in inglese scaricabile gratuitamente dal suo sito tutte le informazioni sull’accessibilità turistica di oltre 50 Paesi nel mondo, basata sulla documentazione dei governi nazionali e locali, degli enti turistici e delle organizzazioni locali delle persone con disabilità.

[jwplayer mediaid=”15111″]

La guida, che contiene la più grande lista esistente di fonti informative online sul turismo accessibile in tutto il mondo, fornisce anche i blog di esperienze di viaggio di persone con disabilità, l’elenco di dozzine di agenti di viaggiotour operator specializzati in almeno 40 paesi, dritte per viaggiare senza problemi di accessibilità, suggerimenti direttamente dall’esperienza di esperti viaggiatori con disabilità ed innumerevoli altre risorse on line per le persone con disabilità. La pubblicazione, che è concepita per una lettura facilitata, è stata presentata nel gennaio di quest’anno e verrà aggiornata ogni 2 anni.

La Travelling with a Disability Guide è stata realizzata in collaborazione con Enat, European Network for Accessible Tourism, con cui Lonely Planet ha firmato lo scorso luglio un memorandum d’intesa per la promozione del turismo accessibile. Il lavoro di raccolta d’informazione per l’aggiornamento della guida è costante e chiunque volesse contribuire fornendo informazioni su risorse online a livello nazionale o locale nel proprio Paese può farlo contattando all’autore di Lonely Planet e responsabile del progetto Accessible Travel Martin Heng all’indirizzo travelforall@lonelyplanet.com.au.