Home » LAVORO » Agci, il movimento cooperativo non arretra

Agci, il movimento cooperativo non arretra

Il dati sulle cooperative in Italia nel 2015 dimostrano che il sistema cooperativo resiste alla crisi

Il dati sulle cooperative in Italia nel 2015 dimostrano che il sistema cooperativo resiste alla crisi

Nonostante la crisi nel 2015 le cooperative in Italia sono in lieve crescita a livello nazionale con qualche sofferenza soprattutto nel mezzogiorno

Qual’è la situazione del sistema cooperativo in Italia? I dati sono incoraggianti, ma non nascondono gli effetti della crisi. Infatti, nel 2015 le cooperative in Italia sono in crescita, anche se la crisi si fa sentire. In particolare, rileva una indagine del Ufficio Studi e Ricerche di Agci, le cooperative attive in Italia sono 78.494 in termini assoluti a livello nazionale, 1,5 per cento rispetto al 2014. È il sud a fare la parte del leone, con il 46 per cento delle imprese cooperative italiane ed il record nazionale siciliano di quasi 12mila cooperative attive. Segue il nord, 35 percento e la Lombardia al secondo posto tra le regioni, con oltre 11mila coop. Al centro è invece attivo il 19 per cento delle imprese ed il Lazio è al terzo posto nella classifica regionale, con oltre 8500 imprese. Poco più di 7mila imprese cooperative sono state create nel 2015, 619 in meno rispetto al 2014 – il dato più basso dal 2010 – ma il saldo assoluto tra imprese iscritte e cancellate è positivo. Tanto più che il numero delle coop cancellate – localizzate soprattutto nel mezzogiorno ed in Toscana – è diminuito rispetto all’anno precedente: 4165 (2015) contro 4630 (2016), con un saldo evidentemente positivo. Si tratta di dati superiori a quelli di altre tipologia d’impresa nel medesimo periodo considerato.

Sicilia, Lombardia e Lazio, nell'ordine, il podio delle regioni con più cooperative

Sicilia, Lombardia e Lazio, nell’ordine, il podio delle regioni con più cooperative

Sempre più al femminile e multiculturali. In stallo gli under 35

In media, si contano 15 cooperative ogni 10mila abitanti, con picchi oltre 25 coop per il medesimo campione demografico in alcune aree del mezzogiorno. In crescita la cooperazione al femminile, specie nel soprattutto al centro e al sud, con il record di 4 coop in rosa su 1o in Sardegna, mentre sono moderato in calo a livello nazionale quelle formate da under 35. Le cooperative di giovani sono presenti soprattutto nel meridione, dove, in Campania ed in Calabria dove sono un quinto del totale su base regionale. Infine, sempre più integrazione e multiculturalità, con le cooperative di cittadini stranieri in crescita su base nazionale, soprattutto al nord, dove, nel veronese e nel modenese, raggiungono circa un quarto del totale delle imprese cooperative su base provinciale. L’indagine del centro studi Agci è frutto dell’elaborazione di dati provenienti dal Registro Imprese delle Camere di Commercio, CCIAA di Roma e Unioncamere-Infocamere.