Home » APPROFONDIMENTI » Safe walk, una nuova mobilità per i non vedenti

Safe walk, una nuova mobilità per i non vedenti

 

nuovo bastone per ciechi

Un nuovo modo di muoversi nelle nostre città migliorando in modo significativo la sicurezza e l’autonomia per i non vedenti

Safe Walk è un bastone intelligente per le persone non vedenti ed ipovedenti

Nato da un’idea di due appassionati dell’elettronica e della robotica, l’ing. Matteo Marino ed il prof. Paolo Vacca, Safe Walk è un bastone intelligente per ciechi ed ipovedenti,  in grado di identificare irregolarità del terreno e ostacoli presenti durante il loro cammino grazie a una serie di sensori. Il dispositivo è valido sia per gli ambienti chiusi, sia all’aperto.

[jwplayer mediaid=”15501″]

Come funziona

Il bastone è dotato di un’elettronica in grado di avvisare l’utente se di fronte si presentano ostacoli tali da creare un pericolo di caduta come la presenza di variazioni di livello del piano di calpestio, sia nello scendere che nel salire, ostacoli presenti a destra o a sinistra nella direzione del suo cammino o eventuali ostacoli sospesi.

Le  informazioni sulla  natura degli ostacoli che si possono incontrare, arrivano in tempo reale tramite una vibrazione o tramite un segnale di tipo vocale.

E’ stato richiesto dai tester ciechi e ipovedenti, la possibilità di “azzittire” la modalità vocale per permettere al sistema di passare gli avvisi su un bracciale da polso che vibra in quattro aree differenti per indicare la posizione del rischio. Questo perchè – spiegano i tester  ai progettisti – “nel traffico il sistema vocale rischia di confonderci, le nostre orecchie servono libere”.

Matteo Marino spiega alla stampa le funzionalità di Safe walk

Matteo Marino spiega alla stampa le funzionalità di Safe walk

Il bastone è dotato di doppia rotella anteriore in grado di dare ulteriori informazioni sensoriali sulle asperità del terreno. Il tutto è alimentato da batterie intercambiabili che quindi forniscono un’autonomia infinita (la batteria principale ha una autonomia di circa 5 ore).

Il sistema è personalizzabile secondo le esigenze del cliente, potendo impostare i livelli e le soglie di intervento della sensoristica, quali la distanza minima di rilevamento degli ostacoli e delle variazioni di livello del piano di calpestio con una precisione di circa 1cm sia sul piano orizzontale che verticale.

 A breve sul mercato

Per  i due inventori brianzoli, Safe Walk è ora pronto per il lancio sul mercato.

“Lo strumento  rappresenta un nuovo concetto di camminata assistita”, spiegano i due inventori in un’intervista al Corriere. “Il bastone non è più sollevato ma è collegato ad un basamento con una coppia di ruote sopra il quale c’è il cuore dello strumento. Un cilindro dotato di due antenne “a baffo” e sensori che rilevano a 360° la localizzazione dell’ostacolo ed inviano il segnale “vibrante” di allerta al bracciale stretto al polso.  Se l’utente avvertirà la vibrazione a destra, l’ostacolo si troverà a destra e così via. Insomma, potrebbe essere davvero una rivoluzione che manderà in soffitta il modo di muovere il bastone bianco a spazzamento.” Safe Walk si ricarica via Usb.