Home » APPROFONDIMENTI » Il progetto Must per la Sicilia

Il progetto Must per la Sicilia

Il Progetto Must

Il Progetto Must

Itinerari e portale web sull’accessibilità dei siti Unesco

Il  progetto Must (Mobility Unesco Sustainable Tourism), cofinanziato dalla Commissione Europea, promuove la realizzazionedi itinerari accessibili per tutti i luoghi patrimonio dell’umanità Unesco in Sicilia: il Monte Etna, le città tardo-barocche della Val di Noto, la Villa Romana del Casale di Piazza Armerina e le Isole Eolie.

L’obiettivo è quello di ridurre le differenze ancora esistenti tra i viaggiatori con disabilità e tutti gli altri, proponendo itinerari turistici che rispettino il diritto alla vacanza per tutti, migliorando la fruibilità dei luoghi di interesse.

Il progetto comprende  alcuni enti specializzati in diversi campi del settore turistico, quali Errequadro srl, società di consulenza e marketing, Fondazione Unesco Sicilia, Logos srl, Centro di Servizi per il Volontariato di Palermo (Cesvop), Eco Tours di Pierfabio Randazzo e Sicilia Insolita Crilù Travel cooperativa.

Le attività realizzate

Il progetto Must punta all’attivazione di processi di sensibilizzazione degli operatori turistici nella realizzazione di tour ed attività per il turismo accessibile.

Individuazione e creazione del network Sicily for all, con la realizzazione di un un portale on-line senza barriere per la visita dei siti UNESCO.

La realizzazione un pacchetto che comprenda tour ed itinerari fruibili a tutte le categorie di viaggiatori.

L’ attivazione di corsi di formazione per gli operatori del settore turistico, in particolare degli addetti al ricevimento delle strutture alberghiere, che dovranno essere in grado di accogliere le specifiche esigenze dei viaggiatori target.

La definizione di un modello orientato verso i risultati che sia replicabile in contesti similari e che rappresenti un punto di riferimento per azioni future.

Le schede informative

Già adesso sul sito Sicily for all vengono fornite all’utente informazioni dettagliate sui luoghi e sul loro livello di accessibilità.

I luoghi sono stati suddivisi in quattro aree tematiche (archeologia, mare, arte e cultura, vulcani) e inclusi in pacchetti comprendenti tutti i servizi necessari per la pianificazione del viaggio.

Il progetto è attualmente attivo nelle diverse località interessate dall’ Unesco e a Palermo, Catania, Messina, Ragusa, Agrigento ed Enna, dove vengono individuate le strutture accessibili a tutti.