Home » NEWS » SEiSMiC, il futuro urbano delle nostre città

SEiSMiC, il futuro urbano delle nostre città

SEiSMiC, la rete europea dell'innovazione urbana sbarca in Italia con l'Anci

SEiSMiC, la rete europea dell’innovazione urbana sbarca in Italia con l’Anci

Una rete europea per le città del futuro

É stata lanciata a Roma la rete nazionale del progetto Europeo SEiSMiC, Societal Engagement in Science, Mutual learning in Cities, per immaginare il futuro urbano delle nostre città. Curata dalla Fondazione Ricerche dell’Anci  Cittalia, la Rete si inserisce nel percorso di costruzione dell’Agenda urbana europea per garantire un ruolo a cittadini e contesti urbani nella definizione di strategie urbane sostenibili.

Coinvolgendo startupper, urbanisti ed esperti di partecipazione civica in uno sforzo di immaginazione sulla città ideale in cui vivere nel 2050, SEiSMiC ha delineato le sfide che attendono le città italiane da a più di 30 anni: alla realizzazione di nuove forme di partenariato fra pubblico e privato all’innovazione tecnologica diffusa. Con la partenza del progetto, sono state presentate esperienze di successo realizzate al Sud, come MappiNa e Bike Sharing Napoli, con iniziative di promozione dell’agricoltura urbana o di riqualificazione partecipata, come gli Angeli del Bello di Firenze fino alle Social street di Bologna.

Il Progetto SEiSMiC

SEiSMiC è un’azione finanziata dalla Commissione Europea mediante il Programma “Science in Society” che contribuisce a fornire una dimensione sociale alla Strategic Research & Innovation Agenda della Commissione Europea e che sostiene l’Iniziativa di Programmazione Congiunta JPI Urban Europe. Si tratta di una delle due azioni finanziate nell’ambito del Settimo Programma Quadro, insieme a BOOST, studiati per sostenere il JPI Urban Europe nei prossimi tre anni, dal novembre 2013 al novembre 2016.  Avviata nel 2010 da diversi Stati Membri dell’Unione Europea e da alcuni Paesi associati, JPI Urban Europe ha l’obiettivo di coordinare e di rafforzare la ricerca urbana e l’innovazione in tutta Europa e vuole affrontare le più grandi questioni urbane in Europa attraverso il coinvolgimento dei cittadini, identificando i bisogni sociali di innovazione e contribuendo allo sviluppo delle future politiche urbane e di nuove strategie di ricerca. Il progetto crea delle reti molto diversificate di stakeholder urbani per proporre soluzioni efficaci e ampiamente condivise. Il focus di SEiSMiC è rappresentato dalla mobilitazione, dal mutuo apprendimento, dal coinvolgimento attivo della società civile e dall’identificazione dei bisogni di innovazione sociale connessi allo sviluppo urbano in Europa.

Con Anci le città italiane in rete con l'Europa per l'innovazione urbana

Con Anci le città italiane in rete con l’Europa per l’innovazione urbana

Le reti nazionali

La costituzione di reti nazionali – che includono organizzazioni della società civile, i media, scuole e università, istituti scientifici, musei, centri di ricerca, organizzazioni che finanziano la ricerca, imprese, industrie e policy makers – in 10 Paesi europei, permette di avvicinare la società alla ricerca urbana e servirà a far lavorare insieme queste reti per un dialogo strutturato che contribuirà a ridurre le distanze tra la comunità scientifica e la società. Il Progetto coinvolge 13 partner  ed è coordinato dall’Ait, Austrian Institute of Technology di Vienna, e da Platform 31 con sede a L’Aja. Il progetto consentirà la costruzione di reti in 10 Paesi: Austria, Belgio, Germania, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, Repubblica Ceca, Svezia, Turchia e Ungheria.

Cittalia, la Fondazione di Ricerche dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani dell’Anci, è il partner incaricato della costituzione e della gestione della rete nazionale SEiSMiC in Italia.