Home » APPROFONDIMENTI » Un kit per monitorare il diabete nei bambini

Un kit per monitorare il diabete nei bambini

Monitorare il diabete dei bambini dallo smartphone

Monitorare il diabete dei bambini dallo smartphone

Un aiuto importante per le famiglie dei piccoli diabetici

Diabete e bambini, un kit attivabile da uno smartphone monitora (e comunica) la glicemia. Ovunque si trovi il piccolo i genitori possono conoscere i valori in tempo reale e intervenire in caso di bisogno. Da uno smartphone, oppure dal computer di casa o dell’ufficio, la glicemia del bambino con diabete di tipo 1 si potrà tenere sotto controllo nel corso di tutta la giornata, ogni 5 minuti, evitando crisi ipoglicemiche. La tecnologia che consentirà di fare tutto questo si basa sul collegamento tramite cloud del dispositivo per il monitoraggio continuo del glucosio nel sangue del bambino allo smartphone, al tablet o al pc dei genitori: in questo modo, ovunque si trovi il piccolo, mamma e papà possono conoscere in tempo reale l’andamento glicemico e intervenire tempestivamente in caso di variazioni importanti della glicemia. Il kit si chiama iMove ed è stato presentato a novembre nel corso della Giornata Mondiale del Diabete.

Come funziona il kit per il diabete

Mediante questo kit i valori della glicemia raccolti da un sensore posizionato sotto la pelle del bambino vengono rilevati e registrati ogni 5 minuti a un portale web protetto da password a cui solo i genitori (o in alternativa il diabetologo) possono accedere attraverso il dispositivo prescelto. I livelli di glicemia del bambino vengono misurati e trasmessi 24 ore su 24 fino a 288 volte in una giornata. Ma è soprattutto quando il bambino è fuori casa che il sistema è efficacie: se mentre il piccolo è a scuola, ad esempio, la glicemia scende sotto i valori di sicurezza, i genitori ricevono un avviso sul pc o sullo smartphone e possono così allertare gli insegnanti affinché intervengano . L’idea di una tecnologia di questo tipo è nata negli Stati Uniti dall’esperienza di un gruppo di genitori di bambini con diabete di tipo 1 riuniti in una community online e decisi a sfruttare a vantaggio dei più piccoli le tecnologie già esistenti – la Rete internet, i dispositivi per il monitoraggio della glicemia e i cloud – mettendole in comunicazione tra loro.
Il diabete di tipo 1 secondo la International Diabets Federation colpisce soprattutto i giovani e non è prevenibile con l’adozione di uno stile di vita sano. Oggi in Italia i malati sono 150.000 a, di cui 20-25.000 hanno meno di 18 anni. L’incidenza è andata aumentando soprattutto in quelle aree e fasce di età dove prima il diabete era meno diffuso. Nei bambini fino a sei anni, l’aumento è stato del 20% negli ultimi dieci anni.