Home » EVIDENZA » Il Decreto anti corruzione vieta alle coop sociali di dare contributi alla politica

Il Decreto anti corruzione vieta alle coop sociali di dare contributi alla politica

 

Decreto anti corruzione

Niente finanziamenti ai partiti dalle coop sociali. Infine, approvato l’emendamento di Fratelli d’Italia che modifica la Legge n. 195/1974 stabilendo che le cooperative sociali non possano finanziare i partiti: nel dettaglio, saranno vietati finanziamenti o contributi, erogati dalle cooperative sociali sotto qualsiasi forma e in qualsiasi modo, a favore di partiti o loro articolazioni politico-organizzative e di gruppi parlamentari. Lo stabilisce il Decreto anti corruzione che ha avuto il via alla Camera con 288 voti a favore, 143 contrari e 12 astenuti (leggi anche Ddl Anti-corruzione: ok della Camera). Il testo passa ora all’esame del Senato dove è stata già preannunciata la correzione dell’emendamento sul peculato, approvato a scrutinio segreto contro il parere della maggioranza. Il via libera definitivo, in terza lettura, è atteso entro fine anno come preannunciato dall’esecutivo.

Lascia un Commento